Calcio: Kevin Sammut squalificato a vita dall'UEFA

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

lunedì 3 dicembre 2012
Kevin Sammut, calciatore maltese che dal 2005 al 2011 ha fatto anche parte della propria Nazionale, è stato squalificato a vita dall'UEFA. Inoltre non potrà ricoprire nessun incarico legato al calcio per non aver rispettato i principi di sportività e di integrità dell'UEFA presenti all'Articolo 5 del regolamento disciplinare UEFA (ovvero tentata alterazione dell'esito di una partita).

Sammut aveva tentato di manipolare la sfida tra Norvegia e Malta, valida per il gruppo C di qualificazione all'Europeo del 2008, partita giocata a Oslo il 2 giugno del 2007 e per questo, il 17 agosto del 2012, era già stato squalificato dall'UEFA per un periodo decennale. Sia Sammut sia l'Ispettore Disciplinare UEFA avevano fatto ricorso, quest'ultimo chiedendo la squalifica a vita per Sammut.

Non sono state raccolte abbastanza prove per poter sanzionare Kenneth Scicluna e Stephen Wellman, anch'essi calciatori maltesi. La richiesta di squalifica è stata inoltrata alla FIFA così da poter essere estesa a livello mondiale.

Fonti[modifica]