Dramma Pistorius: uccide la fidanzata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Pretoria, giovedì 14 febbraio 2013

Un'immagine di Oscar Pistorius

L'atleta paralimpico sudafricano Oscar Pistorius è da questa notte in stato di fermo per l'omicidio della fidanzata, la modella ventinovenne Reeva Steenkamp. La donna è deceduta nella casa dell'atleta a Silver Lake, nei dintorni di Pretoria, dopo essere stata colpita da quattro colpi di pistola che l'hanno raggiunta alla testa e alle braccia.

Il tragico evento si verificato intorno alle 4:00 del mattino (ora locale; le 3 del mattino in Italia). Il portavoce della polizia, Katlego Mogale, ha dichiarato che, accanto al corpo della donna, è stata trovata una pistola da nove millimetri e che è stato arrestato un uomo di 26 anni, di cui, inizialmente, non sono state dichiarate le generalità. Tutto, però, ha fatto subito pensare che doveva trattarsi proprio del ventiseienne Oscar Pistorius.

Le circostanze in cui si è consumata la tragedia sono tuttora da chiarire. Tuttavia, secondo le prime dichiarazioni fornite alla polizia da Pistorius, si sarebbe trattato di una tragica fatalità: pare infatti che la donna si fosse introdotta in casa di nascosto per fare una sorpresa al fidanzato (forse in occasione della festa di San Valentino) e che l'atleta, convinto di aver sorpreso un ladro (considerando anche che quella dell'alto tasso di criminalità è una delle piaghe che flagellano il Sudafrica, tanto che quasi ogni cittadino è in possesso di un'arma da fuoco), abbia fatto fuoco per questo motivo. La polizia pare tuttavia non essere convinta di tale ricostruzione, ritenendo improbabile l'intrusione di un estraneo in una casa sempre sorvegliata, e ha parlato di precedenti segnalazioni di violenza domestica.

Comprensibilmente, sia il padre di Oscar Pistorius sia la famiglia della Steenkamp si sono dichiarati sotto shock.

Oscar Pistorius, privo di entrambi gli arti inferiori amputatigli per una grave malattia che l'aveva colpito in età infantile, è diventato molto noto per essere stato il primo atleta a poter correre, munito di protesi, in gare per normodotati, comprese le Olimpiadi di Londra. La vittima, Reeva Steenkamp, era invece una modella di fama internazionale ed era apparsa nelle copertine di varie riviste. Nata a Città del Capo il 19 agosto 1983, era considerata tra le 100 donne più sexy al mondo. Pistorius e la Steenkamp erano fidanzati dallo scorso novembre.

Oscar Pistorius dovrà comparire alle 14.00 locali davanti al giudice per fissare la cauzione.

Fonti[modifica]