Mastella protesta: «Non vado a Palazzo Chigi»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

martedì 11 dicembre 2007

Dopo la proposta di riforma della legge elettorale da parte del deputato della Margherita Gerardo Bianco, già si scatenano dissapori nel mondo politico, fino al commento del ministro della Giustizia Clemente Mastella, leader dei Popolari UDEUR: «Oggi non ho partecipato al consiglio dei ministri e non credo che parteciperò neanche ai prossimi. Non mi sento alleato di questo governo. Il confronto di Veltroni con il centrodestra e non con noi della maggioranza lo trovo inconcepibile». Poi prosegue: «Se si prosegue su questa strada le mani libere sono per tutti e io non posso tenere in piedi un governo in cui ci sono quelli che mi vogliono uccidere».

Giuseppe Fioroni, ministro dell'Istruzione propone le medesime riflessioni di Mastella e invita a tenere i piedi per terra: «Le mani libere sono impensabili. Si pensa davvero che possiamo fare delle campagne elettorali giocando a nascondino con gli elettori, non dicendo con chi governeremo? Magari sapendo che non avremo la maggioranza?».

Fonti