Serie A 2012-2013: l'Inter batte 3-1 la Juventus a Torino

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

martedì 6 novembre 2012

Tra il 3 e il 4 novembre si è giocata l'undicesima giornata della Serie A.

L'undicesimo turno si apre con l'anticipo Milan-Chievo 5-1: Emanuelson apre le marcature al 16' ma Sergio Pellissier realizza l'1-1 al 18'. Poi Riccardo Montolivo e Bojan Krkić siglano altri due gol nel primo tempo. Nel finale El Shaarawy e Giampaolo Pazzini mettono a segno il 4-1 e il 5-1 finale.

Nell'altro anticipo va in scena il derby d'Italia Juventus-Inter 1-3: dopo 18" i padroni di casa si portano in vantaggio con Arturo Vidal. Al 59' Diego Milito pareggia su calcio di rigore poi, al 76', porta in vantaggio l'Inter realizzando l'1-2. Nel finale segna anche Rodrigo Palacio.

Nell'anticipo domenicale il Pescara batte 2-0 il Parma: Elvis Abbruscato porta in vantaggio gli abbruzzesi al 48'. Nei minuti di recupero Vladimír Weiss, entrato nella ripresa, finalizza un contropiede saltando Massimo Gobbi e battendo Antonio Mirante in uscita per il 2-0.

Siena-Genoa 1-0: decide Massimo Paci al 55'.

Bologna-Udinese 1-1: Alessandro Diamanti porta in vantaggio i padroni di casa al 46'. Antonio Di Natale pareggia al 73'.

Catania-Lazio 4-0: reti firmate da Alejandro Gómez al 9' e al 29', da Francesco Lodi su calcio di rigore al 25' e da Pablo Barrientos al 69'.

Fiorentina-Cagliari 4-1: Gonzalo Rodríguez sigla l'1-0 viola, poi vanno a segno Federico Casarini (per il Cagliari), Stevan Jovetić, Luca Toni e Juan Cuadrado.

Edinson Cavani porta in vantaggio il Napoli ma, al 91', Gianluca Sansone trova il pari per il Torino.

Sampdoria-Atalanta 1-2: Giacomo Bonaventura realizza lo 0-1 dopo 2'. Al 53' Enzo Maresca pareggia in rovesciata ma l'Atalanta trova il nuovo vantaggio con Giuseppe De Luca, entrato da pochi minuti, al 76'.

Roma-Palermo 4-1: all'11' Francesco Totti realizza il vantaggio giallorosso. Al 31', Pablo Osvaldo viene lanciato verso la porta difesa da Samir Ujkani che si scontra con un difensore, favorendo lo stesso Osvaldo che deve solo appoggiare a porta vuota siglando il 2-0. Al 69' Erik Lamela mette a segno il 3-0. Al 73' Mattia Destro entra al posto di Totti. Al 79' Destro salta il portiere e segna il 4-0 ma, dopo essersi tolto la maglia durante l'esultanza, viene ammonito per la seconda volta nel giro di 3' ed è quindi espulso. La Roma rimane in inferiorità numerica subendo il 4-1 da Josip Iličič, anch'egli entrato nel secondo tempo.

La classifica vede ora la Juventus (28 punti) davanti a Inter (27), Napoli (22), Fiorentina (21) e Lazio (19). Roma a quota 17, Milan a 14. Nelle ultime tre posizioni Palermo, Bologna (8) e Siena (6).

La classifica marcatori è guidata da El Shaarawy a quota 8 reti.

Fonti[modifica]