Serie A 2012-2013: perde il Napoli a Bergamo, la Juventus rimane in testa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

sabato 3 novembre 2012

Tra il 30 e il 31 ottobre si è giocata la decima giornata della Serie A.

La giornata si è aperta con l'anticipo Palermo-Milan 2-2: i padroni di casa passano in vantaggio con Fabrizio Miccoli (su rigore) e raddoppiano nella ripresa con Franco Brienza (Marco Amelia è immobile sulla conclusione incrociata) ma il Milan reagisce e, nel giro di 11', prima con Riccardo Montolivo poi con Stephan El Shaarawy, riesce a pareggiare l'incontro.

Le restanti partite si sono giocate di mercoledì.

Juventus-Bologna 2-1: Fabio Quagliarella porta in vantaggio la Juventus al 54'; al 71' Saphir Taider ristabilisce la parità ma nei minuti di recupero Paul Pogba realizza il 2-1 su cross di Sebastian Giovinco.

Parma-Roma 3-2: all'8 Erik Lamela porta in vantaggio gli ospiti ma il Parma in 2' ribalta il punteggio: al 35' Ishak Belfodil (subentrato al 16' al posto di Amauri) sigla il pari e al 37' Marco Parolo realizza il 2-1 (sul primo tentativo di Parolo la sfera è fermata da una pozzanghera e Maarten Stekelenburg si era tuffato). Al 46' Stekelenburg esce per Mauro Goicoechea. Al 65' Cristian Zaccardo realizza il 3-1 (decisiva la deviazione di un difensore) e 6' dopo Francesco Totti sigla il definitivo 3-2 (rapida ribattuta su un calcio di rigore parato da Mirante). Nel finale viene espulso Belfodil.

Udinese-Catania 2-2: Antonio Di Natale porta in vantaggio i friulani su calcio di rigore. Al 62' Lucas Castro, entrato nel secondo tempo, realizza l'1-1 e all'86' Francesco Lodi realizza l'1-2 tirando un perfetto calcio di punizione. Nei minuti di recupero Di Natale segna il 2-2.

Lazio-Torino 1-1: al 10' Kamil Glik porta in vantaggio i granata. Al 57' Stefano Mauri realizza il pareggio.

L'Atalanta centra il colpaccio contro il Napoli 1-0: decide Carlos Carmona che, al 19', realizza l'unica rete dell'incontro con un destro al volo.

Cagliari-Siena 4-2: Nenê apre le marcature al 6' di testa, realizzando anche il 2-0 al 26' su calcio di punizione. Marco Sau segna il 3-0 al 28' finalizzando un contropiede. Al 34' il Siena ha l'occasione per accorciare le distanze ma Emanuele Calaiò sbaglia un calcio di rigore. Erjon Bogdani sigla il 3-1 al 42' su colpo di testa. Al 76' viene espulso Neto nelle file del Siena, che rimane in dieci. Thiago Ribeiro firma il 4-1 all'89'. Al 90' Mauricio Pinilla (subentrato a Nenê) fallisce un calcio di rigore e, nei minuti di recupero, Calaiò mette a segno il definitivo 4-2 con un colpo di testa.

Inter-Sampdoria 3-2: al 20' Gianni Munari porta in vantaggio i blucerchiati. Al 52' Diego Milito segna un calcio di rigore (espulso Andrea Costa) e al 69' Rodrigo Palacio mette a segno il 2-1. All'81' Fredy Guarin sigla il 3-1. Al 94' Éder fa il 3-2. Per la Sampdoria si tratta della quinta sconfitta consecutiva.

Chievo-Pescara 2-0: al 32' Simone Romagnoli viene espulso per fallo da ultimo uomo ai danni di Cyril Théréau. Luciano sigla il vantaggio al 75' su calcio di rigore; 2' dopo Adrian Stoian (entrato nella ripresa) mette a segno il definitivo 2-0. Nel finale la partita viene interrotta a causa del vento che trascina in campo i cartelloni pubblicitari, riportati fuori dal terreno di gioco dai calciatori stessi.

Genoa-Fiorentina 0-1: decide Manuel Pasqual al 14'.

La classifica vede ora la Juventus (28 punti) davanti a Inter (24), Napoli (22), e Lazio (19). Roma a quota 14, Milan a 11. Nelle ultime tre posizioni Pescara, Palermo (8), Bologna (7) e Siena (3).

La classifica marcatori è guidata da El Shaarawy a quota 7 reti.

Fonti[modifica]