È morto Mirko Fersini, il giovane calciatore in coma per una caduta in scooter

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Roma, giovedì 13 aprile 2012
Si è spento ieri all'ospedale San Camillo di Roma, dopo una settimana in stato di coma, Mirko Fersini, diciassettenne calciatore della squadra Allievi nazionali della Lazio. Il giovane, nato nel 1995 a Fiumicino, era stato vittima di un incidente in scooter venerdì scorso, quando in via Danubio aveva urtato contro un cassonetto dell'immondizia; era stato subito ricoverato di urgenza per un vasto edema cerebrale, ma le sue condizioni erano apparse subito gravi. Oggi il suo cuore ha cessato di battere. Dopo la morte, la famiglia ha autorizzato l'espianto degli organi.

Per la Lazio si tratta del secondo lutto in pochi giorni, dopo quello per la morte di Giorgio Chinaglia. Anche dal mondo della politica arrivano le condoglianze alla famiglia: molti politici romani, tra cui Gianni Alemanno, sindaco della capitale, il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti e Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, hanno espresso solidarietà.

Notizie correlate[modifica]

Fonti[modifica]