Champions League 2013-2014: la Juventus ferma il Real sul pari, Bayern e City agli ottavi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 7 novembre 2013

Il 5 novembre sono stati disputati i primi otto incontri validi per la terza giornata della fase a gironi della Champions League.

Le partite hanno interessato i gironi A, B, C e D.

Pareggi a reti bianche nelle due sfide del primo girone: Shakhtar Donetsk-Bayer Leverkusen e Real Sociedad-Manchester United. In Ucraina i padroni di casa sfiorano il gol vittoria al 32' con un traversone di Srna che si stampa sul palo. Lo Shakhtar domina l'incontro senza trovare i tre punti. In Spagna il Manchester United spreca diverse occasioni: al 50' Hernández tira alto da due metri a porta vuota. Al 65' van Persie colpisce un palo a mezzo metro dalla porta difesa da Bravo e al 70' fallisce un penalty tirando sul palo alla sinistra di Bravo, che aveva intuito la direzione del tiro. Fellaini rimedia un'espulsione nel finale.

Nel girone B il Real Madrid rimedia un punto a Torino contro la Juventus, mentre il Copenhagen vince in casa sul Galatasaray, complicando il cammino dei turchi nella competizione.

In Danimarca Braaten sigla l'1-0 dopo 6' con un colpo di tacco che beffa Iscan. I padroni di casa insistono e sfiorando il raddoppio all'8' con Jørgensen, che da posizione ravvicinata su colpo di testa trova il palo. Al 35' Felipe Melo colpisce un legno per il Galatasaray. Al 42' contropiede dei danesi che Braaten non riesce a finalizzare. Nel secondo tempo il Copenaghen gestisce il vantaggio portando a casa i tre punti e ottenendo la prima vittoria nella fase a gironi.

La Juventus ferma il Real Madrid sul 2-2: al 41' Varane atterra Pogba in area e per l'arbitro e calcio di rigore. Vidal realizza dagli undici metri tirando nell'angolo alto alla sinistra di Casillas che, pur intuendo la direzione, non può far nulla. Il primo tempo si chiude con la società italiana in vantaggio di una rete. Al 51' Cáceres, pressato nella sua metà campo, tenta un passaggio verso Barzagli ma la sfera, intercetta da Cristiano Ronaldo viaggia verso Benzema che controlla e serve Ronaldo che solo davanti a Buffon lo supera con un tiro di piatto. Al 58' Marchisio va vicino al 2-1: Casillas respinge la prima conclusione e il suo secondo tiro è fermato sulla linea da Pepe. 2' più tardi gli spagnoli passano: Ronaldo serve Bale che salta Asamoah, usato come terzino, e supera Buffon sul primo palo. Al 65' altro errore di Varane: su un cross di Cáceres, il difensore francese si perde Llorente che batte Casillas di testa siglando il 2-2. Nonostante il pari la Juventus perde una posizione nei confronti nel Copenaghen, raggiungendo l'ultimo posto nel girone.

Nel terzo raggruppamento l'Olympiakos batte di misura il Benfica mentre l'Anderlecht pareggia 1-1 a Parigi contro il PSG.

De Zeeuw, su assit di Kljestan, porta in vantaggio gli ospiti con un tiro centrale che supera Sirigu. La risposta francese è affidata a Ibrahimović che segna il pareggio ribattendo in rete un suo stesso tiro smorzato dal portiere Kaminski e fermatosi sul palo. All'82 Kljestan viene espulso.

In Grecia Manolas realizza la rete che decide il match: al 13', libero da marcature, riesce a staccare in area e a segnare di testa l'1-0 per l'Olympiakos. Nella ripresa Roberto è protagonista di diversi interventi sui tiri dei calciatori avversari negando più volte l'1-1 e consentendo ai greci di ottenere un successo fondamentale ai fini del passaggio agli ottavi di finale.

Nel quarto girone della competizione Bayern Monaco e Manchester City sono le prime squadre a qualificarsi agli ottavi di finale: i bavaresi conquista una vittoria di misura a Pilsen contro il Viktoria mentre i Citizens ottengono uno schiacciante successo contro i russi del CSKA.

Il Bayern sfiora l'1-0 al 16' con Schweinsteiger che colpisce il palo alla destra di Kozáčik. Al 49' Lahm tira a porta vuota ma Čišovský interviene in scivolata evitando il gol. Al 65' i tedeschi siglano la rete che decide la sfida: Lahm crossa verso Mandžukić, entrato da pochi minuti, e il croato, staccatosi dalla marcatura dei due centrali difensivi colpisce di testa mettendo la sfera alle spalle di Kozáčik, che tocca il pallone con le dita non riuscendo a respingerlo.

A Manchester il City impone una lezione al CSKA. Al 2' Silva s'invola in area e Tošić lo atterra: dagli undici metri Agüero supera Akinfeev. Al 20' Agüero salta il proprio marcatore e infila Akinfeev con un tiro sul secondo palo realizzando il 2-0. Alla mezz'ora Agüero regala un assist a Negredo che deve solo appoggiare in rete per il 3-0. Al 46' Doumbia, lanciato verso Hart, lo salta con una finta e tira a porta vuota. Al 51' Touré pesca in area Nasri che serve di prima Negredo, e lo spagnolo realizza, nuovamente a porta vuota, il 4-0. Al 71' Doumbia, il migliore della giornata tra i russi, conquista e realizza un calcio di rigore, accorciando le distanze sul 4-2. Nei minuti di recupero Milner supera un paio di difensori e crossa verso Negredo, che rientrato velocemente dal fuorigioco, colpisce di testa in mezzo a due difensori e batte per la terza volta Akinfeev, per il 5-2 finale.

Cristiano Ronaldo con 8 marcature è il capocannoniere del torneo.

Fonti[modifica]

  • [EN] – «Matches»UEFA.com, 5 novembre 2013