Crolla scala mobile nella metro di Roma: 24 feriti. Dubbi sulle cause

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 24 ottobre 2018

La scala mobile della stazione Repubblica (MA)

Una scala mobile della stazione Repubblica (Linea A della metropolitana di Roma) ha ceduto mentre un gruppo di tifosi del Cska si stava recando allo Stadio Olimpico per assistere alla gara di Champions League contro la AS Roma. Il bilancio finale dell'incidente è di 24 feriti: sei gravi sono stati ricoverati presso il Policlinico Umberto I, mentre altri due feriti sono in codice rosso.

Alcuni testimoni hanno dichiarato che i russi stavano saltando e ballando, ubriachi; uno dei tifosi ha postato su Twitter il video dell'incidente: all'inizio si sentono i russi cantare, poi la scala mobile accelera in modo spaventoso, trascinando un centinaio di persone verso il basso, infine le urla dei feriti incastrati nelle lamiere contorte. Daria Petrova, una funzionaria moscovita di 28 anni, smentisce però l'ipotesi sui russi che saltavano, afferma che si erano riuniti in 200 in Piazza della Repubblica per andare alla Stazione di Piazzale Flaminio e prendere il tram verso lo stadio. Fa vedere un video in cui, secondo lei, non saltava nessuno e la scala ha ceduto d'improvviso, mentre le persone volavano da tutte le parti.

Nel pomeriggio c’erano stati, comunque, degli incidenti provocati dai tifosi russi che bivaccavano in centro, bevendo bottiglie di birra nonostante il divieto di vendere alcolici. I vigili del fuoco hanno pure riferito di avere trovato decine di bottiglie di birra sparse nella stazione, e vetri attorno alla scala mobile.

A cedere non è stata comunque l'intera struttura: i pompieri dicono che la scala è integra per più di metà, mentre gli ultimi gradini, meno di una decina, sono tutti spaccati e accartocciati uno sull'altro. E sono stati proprio questi pezzi di lamiera molto taglienti a provocare la maggior parte delle ferite al gruppo dei tifosi. C'è stata un'anomalia che ha provocato il cedimento della scala mobile, secondo il comandante dei vigili del fuoco di Roma Giampiero Boscaino, ma sulle modalità ancora non possono dire nulla.

Sono state avviate due inchieste, una da parte della Procura della Repubblica e una dall'Azienda per i Trasporti Autoferrotranviari del Comune (ATAC): cedimento strutturale, guasto meccanico o elemento esterno? Quale sia stata la causa dell’incidente lo stabiliranno i magistrati, in attesa dei referti della polizia con le dichiarazioni dei testimoni e delle immagini registrate dalle telecamere della videosorveglianza. La stazione metro di Repubblica è stata messa sotto sequestro per permettere agli investigatori e ai vigili del fuoco di effettuare tutti gli accertamenti, fra cui l'efficienza del sistema di frenata e le ultime manutenzioni fatte dall’ATAC.

L’Azienda si difende con una nota, affermando che sulla scala mobile sono stati effettuati regolarmente gli interventi di manutenzione, le verifiche e le prove dei dispositivi di sicurezza, secondo quanto previsto dal piano di manutenzione e dalla normativa.

Nelle ultime settimane l'impianto però aveva subito quattro guasti, di lieve entità, e riparati in poco tempo secondo l’ Atac. L'ultima manutenzione risalirebbe al mese di settembre. L'azienda dichiara che rispetto all'anno precedente, nei primi nove mesi del 2018 ha speso il doppio rispetto al 2017 per la manutenzione delle scale mobili.

Nel mese di agosto del 2016, l'amministrazione Raggi, con una delibera, ha stanziato ben 18 milioni di euro sulla base delle richieste presentate dall'azienda.


Fonti[modifica]