Discussione:Cagliari e Verona città verdi, ma i dati migliorano in tutta Italia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Non so al riguardo delle emissioni gassose, ma il dato sul 'verde che aumenta' non può essere vero. Sono anni che ovunque si sta costruendo in maniera forsennata: solo in Toscana, negli ultimi 15 anni è andato sotto cemento e asfalto il 15% della superficie disponibile. Dove sarebbero i quartieri residenziali che sono stati abbattuti, i capannoni industriali rasi al suolo, le infrastrutture abbandonate demolite per creare parchi verdi? E' chiaro che si tratta di un artificio, non ben spiegato dall'articolo, e nemmeno spiegabile a norma di logica. A quello che so io, tutta l'Italia è attualmente esposta ad una carica di cementificazione senza precedenti. Dunque quest'affermazione non può essere vera. Di fatto la cementificazione è un processo irreversibile, a cementificare un campo coltivabile si fa sempre in tempo, a buttare giù una palazzina per farci un campo coltivabile penso che ancora non ci si sia arrivati. E' chiaramente un artificio che molto probabilmente include nuovi territori considerati come città ma che in realtà sono periferie via via inglobate. Solo nella mia città da qualche anno quartieri residenziali e altro ancora son spuntati dappertutto: c'era un orto lì e un oliveto là? Adesso ci sono due palazzine. Garantito 100%; non è un dato 'veritiero'. L'unica cosa certa è che il 'muro' di cemento oramai si estende in tutte le grandi pianure italiane, e anche in quelle piccole. Andate a vedervi 'Fratello sole e sorella Luna' dei primi '70, e andate adesso sul Subasio a guardare la vallata sottostante: è tutta una fila di capannoni e palazzi. Giusto per fare un esempio.--Stefanomencarelli 16:00, 11 mar 2008 (CET)