Euro2016, l'Italia elimina la Spagna. Candreva e De Rossi out, ora la Germania ai quarti: si gioca sabato a Bordeaux (ore 21)

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 1 luglio 2016

Ottavi di finale Euro2016: l'Italia di Antonio Conte elimina la Spagna vincendo per 2 a 0 grazie alle reti di Giorgio Chiellini e Graziano Pellè. La sfida si gioca lunedì 27 giugno allo Stade de France di Saint Denis; arbitra il turco Cüneyt Çakır. Azzurri col 3-5-2 e con i titolarissimi, l'unico ballottaggio Darmian- De Sciglio,che era andato avanti fino a poche ore prima del match, si scioglie a favore di quest'ultimo; la Spagna risponde col 4-3-3 con Morata supportato da David Silva e Nolito. Pronti-via si abbatte il diluvio su Saint Denis. Gli azzurri, al contrario delle previsioni, partono subito forte e mettono paura alla Spagna. Tre grandi occasioni per la nostra nazionale nel , primo quarto d'ora di gioco: tiro debole di Eder, grande parata di De Gea su colpo di testa di Pellè e palo colpito in rovesciata da Giaccherini (a gioco fermo). La Spagna si risistema col 4-3-3, migliorano le condizioni meteorologiche. Continua la pressione degli azzurri che disputano un grande primo tempo, Buffon praticamente inoperoso. Da segnalare per la Spagna solo un tiro debole di Iniesta. Attivissimo De Sciglio sulla sinistra che chiude ogni spiraglio a Fabregas e propone cross molto interessanti; su uno di questi Parolo impatta e sfiora il gol. Sergio Ramos rischia prima l'autogol e poi stende Pellè al limite dell'area. Minuto 33' Eder batte la punizione, De Gea respinge corto, sul pallone si avventa prima Giaccherini e poi Chiellini, che porta in vantaggio la nazionale italiana. Esplode il settore dei tifosi azzurri. Prima della fine della prima frazione, De Gea vola a togliere dall'incrocio un gran destro di Giaccherini. Del Bosque effettua il primo cambio in apertura di ripresa dopo un primo tempo della sua nazionale totalmente dominata dagli azzurri: esce Nolito, entra Aduriz. All'8' Conte sostituisce De Rossi per una botta, entra Thiago Motta che viene subito ammonito. Italia sempre più pericolosa: Pellè di sponda lancia Eder che si fa ipnotizzare da De Gea. Del Bosque tenta la contromossa: fuori un impalpabile Morata neutralizzato dalla BBC azzurra, dentro il giovane Lucas Vazquez. Complice anche la stanchezza, nell'ultimo quarto d'ora di gara la Spagna ci mette pressione. Occasioni anche per Ramos, Aduriz, Iniesta e Piqué. Entrano per noi Darmian e Insigne, Piquè si schiera centravanti stabile. Lorenzo sfiora subito il gol, la Spagna risponde con una grande occasione sul finire del 90': Buffon salva miracolosamente su Piqué. Sul ribaltamento di fronte, Insigne allarga su Darmian, che la mette dentro per Pellè che in torsione insacca alle spalle di De Gea (un gol simile a quello contro il Belgio). Esultanza incontenibile dei tifosi e di Conte: è il capolavoro degli azzurri. Spagna eliminata e forse alla fine di un ciclo. Pochi giorni dopo si dimette anche il ct Del Bosque. Ora la nazionale azzurra deve affrontare,secondo la parte destra del tabellone, la Germania di Low ai quarti. Si gioca sabato 2 luglio a Bordeaux, ore 21. Sicura l'assenza di Candreva, molto difficile il recupero di De Rossi che, come ha detto anche il medico della nazionale Castellacci, ha subito un violento trauma contusivo alla coscia destra e una disinserzione parziale del muscolo vasto-laterale. Probabile, dunque,vista anche la squalifica di Thiago Motta (è stato ammonito, era diffidato) l'inserimento di Sturaro al suo posto nel solito 3-5-2. Molto più difficile un cambio modulo in un 3-4-3 in cui troverebbe spazio Insigne.

Tabellino Italia-Spagna 2-0 (primo tempo 1-0)

MARCATORI: Chiellini al 33' p.t.; Pellè al 46' s.t.

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Florenzi (dal 39' s.t. Darmian), Parolo, De Rossi (dal 9' s.t. Thiago Motta), Giaccherini, De Sciglio; Pellè, Eder (dal 37' s.t. Insigne). (Sirigu, Marchetti, Ogbonna, Darmian, Sturaro, Bernardeschi, El Shaarawy, Immobile, Zaza)

SPAGNA (4-3-3): De Gea; Juanfran, Piqué, Ramos, Jordi Alba; Fabregas, Busquets, Iniesta; David Silva, Morata (dal 25' s.t. Lucas Vazquez), Nolito (dal 1' s.t. Aduriz, dal 36' s.t. Pedro). (Casillas, Sergio Rico, Bellerin, Bartra, Azpilicueta, San José, Koke, Thiago Alcantara, Bruno Soriano). C.t. Del Bosque

ARBITRO: Çakir (Turchia)

NOTE: ammoniti De Sciglio (I), Nolito (S), Pellè (I), Thiago Motta (I), David Silva (S), Jordi Alba (S) per gioco scorretto, Busquets (S) per proteste. Recupero: 1' p.t., 4' s.t.

Fonti[modifica]