Festivaletteratura: "L'ultimo rigore di Faruk", calcio e politica

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Mantova, sabato 17 settembre 2016

Gigi Riva e Marco Malvaldi presentano L'ultimo rigore di Faruk

Nell'ultima giornata del Festivaletteratura di Mantova, domenica 11 settembre 2016, si è svolto, nel cortile di Palazzo d'Arco, un evento dedicato alla presentazione di un libro scritto da Gigi Riva, caporedattore centrale del settimanale L'Espresso. L'ultimo rigore di Faruk è incentrato sull'episodio che vide protagonista il capitano della nazionale di calcio della Jugoslavia, il bosniaco Faruk Hadžibegić. Era il 30 giugno 1990, il luogo era lo stadio Artemio Franchi a Firenze. Si era conclusa la partita regolamentare ed anche i supplementari erano stati affrontati inutilmente. Come spesso succede ci si affidava alla "lotteria dei rigori". Jugoslavia-Argentina, quarto di finale del mondiale italiano, sarebbe stato deciso proprio dall'ultimo rigore che Hadžibegić fallì.

La tesi del libro che si è discussa tra l'autore dello stesso, Gigi Riva, e lo scrittore Marco Malvaldi, oltre che da alcuni presenti tra il pubblico che sono intervenuti con domande, era se l'eventuale vittoria della nazionale di calcio Jugoslava poteva riaccendere il nazionalismo pan-slavo e interrompere l'incipiente dissoluzione dello stato che federava le varie nazionalità slave del sud. L'ovvia conclusione portava a non ritenere possibile che quel rigore trasformato avrebbe salvato la penisola balcanica da guerre che avrebbero causato centinaia di migliaia di morti. Il libro però svela come la politica abbia utilizzato lo sport giocato e la passione dei tifosi per alimentare i conflitti interetnici alla base della fine dell'esperienza federale jugoslava.

L'evento, molto apprezzato dal pubblico presente, si è concluso con una punta di amarezza. Le esigenze della tv francese avevano purtroppo causato il posticipo dell'incontro di calcio della Ligue 2 della squadra del Valenciennes allenata dall'ex capitano della nazionale jugoslava, pertanto Faruk Hadžibegić non aveva potuto essere presente all'incontro come era nei desideri di Gigi Riva.

Fonti