Il tesoro dell'Annunziata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

giovedì 13 maggio 2010
L'Assessore al Comune di Napoli, Diego Guida, con delega agli Archivi Storici Municipali e alla Memoria della Città, durante ripetute visite presso una delle sedi degli Archivi Storici, quella della Chiesa dell'Annunziata, ha saputo dell'esistenza di un vero e proprio tesoro, conservato nei forzieri del Banco di Napoli dal 1981. Ha avuto così l'idea di andare a guardare cosa vi fosse conservato ed ha riscoperto un vero e proprio tesoro. Non solo pezzi voluminosi ed appartenenti al corredo sacro e liturgico come corone, candelabri, coppe in oro ed argento e croci, ma anche oggetti più piccoli, quali bracciali, collane ed anelli, di minor valore artistico ma di grande importanza storica e sociale. Si tratta, infatti, degli oggettini che le madri, economicamente incapaci di crescere un figlio, lasciavano indosso ai neonati abbandonati nella speranza di poterli un giorno riconoscere e riprendere con sè. Nelle mura della Chiesa dell'Annunziata è , infatti, ancor oggi visibile la cosiddetta "Ruota degli esposti", dove le mamme abbandonavano i propri figli. Questi bambini, chiamati "esposti o figli della Madonna", venivano accolti nell'Istituto dalle balie e dotati di un cognome, che per molti anni fu per tutti Esposito, cognome non a caso largamente diffuso nel territorio partenopeo.Uno dei bimbi che ha poi avuto fortuna è l'artista Vincenzo Gemito che, scomparso nel 1929,è forse tra le persone che maggiormente possono rappresentare l'importanza dell'istituzione sociale messa a punto a Napoli per oltre 600 anni. Il tesoro dell'Annunziata, dunque, non rappresenta un ritrovamento solo intrinsecamente rilevante ma importante anche storicamente, in quanto simbolo di un pezzo della storia napoletana. Venerdì 21 maggio, alle ore 17.00 presso la sede del Banco di Napoli in via Toledo, alla presenza del Sindaco, On. Rosa Russo Jervolino, del Presidente del Banco di Napoli Enzo Giustino e del Direttore Generale del Banco di Napoli Giuseppe Castagna, ed alla presenza degli assessori, agli Archivi Storici e alla Memoria della Città, Diego Guida, al Turismo e Grandi Eventi, Valeria Valente e alla Cultura, Nicola Oddati, verrà inaugurata la mostra degli “Ori ed Argenti dell'Annunziata.” La mostra, che resterà aperta dal 22 maggio fino alla fine del mese e per ultimi due week end del Maggio dei Monumenti, dalle 10.00 alle 18.00 grazie alla disponibilità del Banco di Napoli che ha acconsentito all’apertura dei saloni della banca anche al sabato ed alla domenica, esporrà per la prima volta al pubblico gli ori, gli argenti e i pezzi dell'arredo sacro e liturgico


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.



Fonti[modifica]