Incomincia la undicesima edizione di "Uto Ughi per Roma"

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 16 settembre 2009

Uto Ughi in concerto all'università di Enna nel 2006.

Avrà inizio a partire dal ventuno di settembre, per terminare addì sette ottobre la tradizionale rassegna di concerti del maestro violinista Uto Ughi nella città di Roma, la: "Uto Ughi per Roma", giunta alla undicesima edizione.

Sono programmati undici concerti gratuiti, allestiti all'interno di chiese e teatri di città e provincia.

La rassegna è stata annunciata dal sindaco capitolino Gianni Alemanno, dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta, dall'assessore comunale romano alla cultura Umberto Coppi, da Pino Battaglia in rappresentanza della provincia di Roma, nonché dallo stesso maestro Ughi.

Alemanno ha così chiosato: «La presenza di Letta rappresenta un bollino di qualità per un'iniziativa che lega carattere sociale ed educativo e che rappresenta uno dei gioielli della città di Roma»; mentre Letta ha apologato: «[La iniziativa] servirà per il miglioramento del Paese soprattutto perché è rivolta ai giovani: è educativa ma anche formativa».

La prima esibizione sarà presso l'Auditorium della Conciliazione; il venticinque Ughi suonerà insieme agli allievi delle scuole romane per un concerto-lezione all'interno della basilica di Santa Sabina all'Aventino. Il 26 vi sarà un concerto benefico a favore della Associazione Antea, per la cura dei malati terminali curati palliativamente. Sarà la volta dell'Orchestra sinfonica abruzzese di suonare con il maestro il cinque ottobre.

Stella polare di queste iniziative sono, per il maestro Ughi, i giovani, che ha così dichiarato: «I risultati non sono immediati ma ci vuole pazienza e perseveranza. La musica è un linguaggio di fratellanza e l'orchestra è l'embrione della società perché tutti devono ascoltare anche le voci degli altri»; il maestro ha anche parlato dei problemi di attualità: «È importante dare occasioni di lavoro ai giovani che dopo tanti anni di sacrifici e di studio trovano grandi difficoltà ad entrare nel mondo della musica».

L'iniziativa prevede anche un fuori-programma: il dieci ottobre ci sarà una serata di beneficenza durante il torneo di golf; scopo, raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione del conservatorio aquilano "Alfredo Casella", danneggiato dal sisma.

Fonti[modifica]