Italia: crescono i tributi e il debito pubblico è da record

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 12 gennaio 2009

Euro banknotes.png

Secondo il nuovo bollettino della Banca d'Italia crescono in Italia le entrate date dai tributi a 344 miliardi di euro nel periodo gennaio-novembre, il 2,8 in più rispetto allo stesso periodo del 2007 (33,1 miliardi).

Tributi che non si riflettono nella discesa del debito pubblico, che invece di diminuire aumenta toccando la quota record di 1.670,6 miliardi di euro, dopo la contrazione di settembre 2008 a 1.648,6 miliardi, seguita al precedente record di agosto a 1.666,6 miliardi.

I pessimi dati si riflettono anche sui rendimenti dei BoT: quelli ad un anno sono stati valutati all'1,84% (meno 0,793 punti rispetto alla precedente operazione), quelli a 3 mesi all'1,659% (calo di 0,805 punti). Questi dati sono i peggiori dal 2003. A fronte dell'offerta di 13 miliardi, dagli operatori è arrivata una domanda di titoli per circa 20 miliardi.

Fonti[modifica]