Olimpiadi 2008, Ciclismo: solo un argento per l'Italia, è lo spagnolo Sánchez a vincere l'oro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 9 agosto 2008

Davide Rebellin

Davide Rebellin porta la prima medaglia olimpica per l'Italia: l'argento conquistato nella prova di ciclismo su strada. Le speranze di vincere l'oro con Paolo Bettini sono svanite quando, a gara inoltrata, il ciclista ha forato, e, seppure abbia velocemente riguadagnato posizioni, si è dovuto accontentare del sedicesimo posto. L'oro va invece al ciclista spagnolo Samuel Sánchez, che è giunto primo precedendo di pochissimo Rebellin.

Il corridore italiano ha rilasciato una lunga dichiarazione ai microfoni della RAI, a tratti polemica, nella quale rivendica una medaglia pulita, conquistata senza l'ausilio del doping: «L'argento è l'argento, ma l'oro è un'altra cosa». «Purtroppo alla fine avevo un po' di crampi alle gambe e non ho potuto spingere come avrei voluto. Oggi, comunque, Sánchez era molto forte, perché ogni volta che scattava nel finale prendeva sempre vantaggio».

«Ho scelto i tempi giusti per la volata ma sono stato preceduto di poco da un avversario più forte. Ringrazio i compagni, ognuno ha fatto il proprio dovere con un grande lavoro di squadra. Di secondi posti ne ho ottenuto tanti nella mia carriera, questo è il più bello. Conquistare un argento olimpico nel giorno del mio compleanno è oltremodo soddisfacente». «Questa medaglia è la rivincita del ciclismo pulito. Credo di essere un esempio per tutti i giovani, questo è l'esempio che si ottengono risultati con il sacrificio e con tanto allenamento. Io, durante l'anno, mi concedo solo due o tre giorni di festa e basta».

Alla fine, Rebellin ricorda Fabio Casartelli, il ciclista, suo compagno di squadra, che vinse l'oro alla XXV Olimpiade (Barcellona 1992), e morì per un incidente durante il Tour de France 1995: «Da lassù mi avrà dato certamente una mano e avrà fatto il tifo per me».

Beijing 2008
Segui lo Speciale dedicato alla XXIX Olimpiade estiva.


Fonti