Olmert ha chiesto a Prodi che l'Italia guidi la forza di pace in Libano

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì  21 agosto 2006

Gz-map.png

Segui lo speciale Crisi in Medio Oriente 2006
su Wikinotizie.

In un colloquio telefonico avuto con il presidente del consiglio italiano, Romano Prodi, il premier israeliano Ehud Olmert ha ringraziato l'Italia per il suo impegno per la soluzione della crisi fra Israele e Libano e ha auspicato che l'Italia assuma la guida della missione UNIFIL rafforzata. La richiesta di Olmert si aggiunge a quella di Tony Blair, premier della Gran Bretagna, e degli Stati Uniti, che per bocca del segretario di stato, Condoleeza Rice, avevano richiesto al ministro degli esteri Massimo D'Alema che l'Italia assumesse un ruolo forte nella missione di pace.

Olmert avrebbe detto che vede nell'Italia un ruolo essenziale nell'attuazione della risoluzione 1701 e per la realizzazione della pace in Medio Oriente, e ha chiesto che la forza raggiunga il sud del Libano il più presto possibile.

Secondo fonti israeliani, Prodi avrebbe risposto che l'Italia ha intenzione di inviare una forza significativa in Libano e che auspica di poter sottoporre la questione al Parlamento il più presto possibile. I due primi ministri hanno poi convenuto di rimanere in contatto nei prossimi giorni per ridiscutere la questione.

Fonti