Vai al contenuto

Reazione cauta della ministra degli esteri tedesca Baerbock alla richiesta di adesione dell'Ucraina alla NATO

Questa notizia contiene informazioni turistiche
Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

venerdì 30 settembre 2022

La ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, dei Verdi, ha risposto con un invito alla cautela alla nuova richiesta da parte dell'Ucraina di entrare a far parte dell'alleanza NATO: «Continuiamo a sostenere il diritto dell'Ucraina all'autodifesa, anche con armi pesanti, ma stiamo facendo tutto il possibile per garantire che altri paesi e la NATO non siano coinvolti in questa guerra».

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, da parte sua, ribadisce la posizione dell'alleanza nel mantenere le «porte aperte» a qualunque richiesta di adesione, la quale rimarrà comunque soggetta all'approvazione da parte degli altri membri. Condizione di approvazione ribadita anche da Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza statunitense, che inoltre conferma la propria opinione sul migliore appoggio all'Ucraina, ovvero quello di tipo pratico. Dunque anche gli USA, riporta Die Welt, non sembrano dell'opinione di un'ammissione accelerata dell'Ucraina alla NATO.

Fonti[modifica]