Rifondazione Comunista lotta per la rielezione del segretario nazionale: Paolo Ferrero verso la vittoria

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 27 luglio 2008

All'ultima giornata del VII congresso nazionale di Rifondazione Comunista a Chianciano lo scontro tra le due mozioni principali, presentate rispettivamente da Paolo Ferrero e Nichi Vendola, sembra essere giunta alla fine: la seconda, arrivata al congresso con la maggioranza relativa del 47,7%, si è fermata al 47% in fase di ultima votazione da parte dei 650 delegati contro il 53% ricevuto dall'ex-Ministro della Solidarietà Sociale.

Con l'astensione dei delegati della mozione cinque, non allineatasi con il suo 1,5% a nessuna delle due principali, Paolo Ferrero ottiene 342 voti sui 646 votanti, sufficienti per ottenere la maggioranza assoluta in seno al partito.

Nichi Vendola

Nichi Vendola, appoggiato dai bertinottiani, ha nella mattinata annunciato di rinunciare alla propria candidatura alla segreteria del partito, come annunciato nella mattinata dall'avversario e leader della corrente Rifondazione in movimento Ferrero.

Nel pomeriggio il Comitato politico dovrebbe annunciare il nome del prossimo Segretario nazionale, con Ferrero appoggiato dalla propria mozione, oltre a quelle di Walter De Cesaris (Disarmare Innovare Rifondare) e Claudio Bellotti (Per la falce e il martello), e con una percentuale di voti che dovrebbe aggirarsi poco al di sopra del 50%.


Fonti