Questa notizia contiene informazioni turistiche

Roma, mostra: Paolo Salvati e l'Espressionismo tra colore e sapore

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 11 luglio 2016

Mostra a Palazzo Valentini, Roma 7 luglio 2016 - L'Espressionismo tra colore e sapore, Paolo Salvati 1939 - 2014

"L'Espressionismo tra colore e sapore, Vita e Opera di Paolo Salvati 1939-2014", la mostra si è tenuta a Roma giovedì 7 luglio, presso la Sala Di Liegro di Palazzo Valentini, ha ricevuto il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT), della Regione Lazio e di Roma Capitale.

L'appuntamento è stato dedicato ad un grande artista e cittadino romano, esattamente a due anni dalla morte di Paolo Salvati, attraverso l'esposizione di tre dipinti significativi per la storia dell'arte moderna e contemporanea come la "Pietra blu" del 1973, "Albero blu" del 1982 e "Isabò" del 2010.

Le tematiche delle opere esposte sono il peso dell'esistenza per il dipinto "Pietra blu" e la speranza per il dipinto "Albero blu", nel dipinto intitolato "Isabò" una confessione di arte nel volto della donna, quest'ultima opera appartiene ad una collezione dedicata a bottiglie d'autore.

Il percorso artistico di Paolo Salvati è caratterizzato da una straordinaria diversità di moduli espressivi che spaziano dalla pittura espressionista al ritratto, dal restauro alla liuteria. Si è ispirato a Lorrain, Poussin, Turner, Lautrec, Monet e Van Gogh, pur mantenendo la sensibilità di un artista che si sente figlio del proprio tempo, scevro da formalismi accademici.

Wikiquote

Wikiquote ha una voce su Paolo Salvati.

Fonti[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]