Differenze tra le versioni di "Cina: i lavoratori parlano. Le multinazionali si scusano"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
Ma nei report delle ispezioni semestrali della Timberland alle sue fabbriche in Cina, non risulta nulla di quello sfruttamento punibile anche dalla legislazione cinese.
===Fonti===
*{{fonte|agenzia=La Repubblica|autore=Federico Rampini|data=17 maggio 2005|url=http://www.repubblica.it/2005/e/sezioni/economia/nostrolusso/nostrolusso/nostrolusso.html|titolo=I lager cinesi che fabbricano il sogno occidentale}}
 
{{damigliorare|deve essere portato in forma di notizia}}
953

contributi

Menu di navigazione