Ucraina: accordo fra premier e presidente, sventata la guerra civile

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 27 maggio 2007

Il Presidente ucraino Viktor Yushenko

Il presidente ucraino Viktor Yushenko e il primo ministro Viktor Yanukovic hanno raggiunto un accordo per porre fine alla crisi politica in Ucraina: le elezioni per il rinnovo della Parlamento ucraino si terranno il 30 settembre prossimo.

Yushenko si è detto soddisfatto dell'accordo, ed ha aggiunto che l'Ucraina è uscita più forte da questa storia. Il premier filo russo, invece, ha rassicurato la nazione sul fatto che questi errori non ci saranno più.

Martedì 29 e mercoledì 30 la Rada, porrà fine definitivamente alla crisi con un voto per accordare le nuove elezioni amministrative. La crisi rischiava, se fosse mancato l'accordo, di sfociare in una guerra civile. Sabato, infatti, 2 000 uomini delle truppe interne, che non rispondevano più al ministero dell'Interno, bensì agli ordini diretti del presidente Yuschenko, avevano cominciato una marcia verso la capitale, rendendo concreto il rischio di una guerra civile.

La crisi politica era iniziata al principio del mese scorso, quando il presidente aveva decretato lo scioglimento delle camere e indetto nuove elezioni, inizialmente per il 27 maggio. L'opposizione del premier, tuttavia, ha di fatto fatto entrare in una fase di stallo lo svolgimento della vita politica.

Articoli correlati

Fonti