Volley, World League: Polonia batte Italia 3-1. Bene la nazionale femminile contro il Belgio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

venerdì 17 luglio 2015

Dopo la bella vittoria contro la Serbia, nella seconda gara delle final six della World League a Rio de Janeiro,l'Italvolley maschile viene battuta dalla Polonia 3 set a 1 (15-25, 25-27, 25-20, 20-25). Il ct italiano Mauro Berruto schiera nel sestetto iniziale Giannelli in regia, Vettori opposto, Birarelli e Mengozzi centrali, Lanza e Massari schiacciatori, Colaci libero. Iniziano male gli azzurri che sembrano essere ancora rimasti negli spogliatoi. Ne approfitta la Polonia che forza spesso la battuta e fa male all'Italia in ricezione. Parziale subito di 0-5 e Berruto chiama time out. La squadra italiana tenta di accorciare, ma i polacchi allenati da Stephane Antiga chiudono il set 15-25. Rientra bene l'Italia nel secondo set. Berruto inserisce Anzani al posto di Mengozzi e gli azzurri riescono ad allungare sulla Polonia 5-3, ma subiscono il break dei polacchi che si portano 5-6. Poi entra Antonov che scuote gli azzurri sul 12-11. Vettori allunga 15-12. La Polonia, però, non si arrende e stoppa a muro con Bienek l'attacco di Lanza (19-19). Lo schiacciatore italiano si riscatta con il punto del 21-19, l'Italia si porta sul 24-22 e ha a disposizione due set point. Vengono entrambi annullati, ma gli azzurri con un grande attacco di Pippo Lanza se ne procurano un terzo. Giannelli si fa murare e la Polonia si porta 25-25. Due ace di Kubiak regalano il set alla squadra di Antiga. Nel terzo set si scuotono gli azzurri. Berruto lascia dentro Anzani e Antonov, l'Italia allunga fino al 16-7 e Antiga prova a giocarsi la carta Mika. Gli azzurri,però, riescono ad imporsi, pur facendosi recuperare qualche punto nel finale, 25-20. Il quarto set comincia in equilibrio ma presto la squadra di Berruto si trova a dover recuperare. La Polonia si porta con due muri e Kurek sul 4-7. Giannelli recupera un break 9-8. Nowakowsky in battuta e Kubiak a muro allungano 16-12 sull'Italia. Gli azzurri provano a rientrare in partita, ma i polacchi chiudono 20-25. L'Italvolley deve ora sperare in una vittoria della Polonia questa sera contro la Serbia nell'ultimo match del girone I di questa World League. Con una vittoria della squadra di Antiga, infatti, gli azzurri sarebbero qualificati alle semifinali in programma sabato 18. In caso contrario, ovvero di vittoria serba, bisognerà vedere il punteggio con il quale la squadra di Grbic avrà vinto. Nell'altra partita della giornata, i padroni di casa del Brasile hanno battuto gli USA 3-1. I verdeoro potrebbero essere ora estromessi dalla corsa al podio solo con la vittoria degli States nel match contro la Francia (in quel caso si dovrà vedere il quoziente punti).

Finora, invece, va tutto per il verso giusto alla nazionale italiana femminile. La squadra di mister Bonitta, con la vittoria di ieri contro il Belgio per 3 a 0 (25-17 26-24 25-14) nel terzo weekend di World Grand Prix in corso a Catania si avvicina alle final six di Omaha (Stati Uniti) in programma dal 22 al 26 luglio. Le azzurre danno una grande prova di forza contro le fiamminghe stravincendo il primo e il terzo parziale e, soffrendo, ma riuscendo a spuntarla anche nel secondo. Nel sestetto iniziale Bonitta schiera Malinov in regia, Diouf opposto, Chirichella e Arrighetti al centro, di banda Bosetti e Gennari.L'Italia si fa sentire a muro con 11 block contro i 7 del Belgio. Decisiva la spinta della Diouf con 17 punti, tre muri, un ace e circa il cinquanta per cento in attacco. Bene anche Arrighetti (10 punti e due ace con cinque su dieci in attacco). Il Belgio non riesce a contenere la grinta delle azzurre che vincono nettamente il primo set 25-17. Nel secondo reazione delle fiamminghe con il capitano Lays, ma l'Italia tiene soprattutto con Chirichella e Diouf. Nella fase centrale le ragazze di Bonitta hanno un passaggio a vuoto al servizio, il Belgio ne approfitta. Sono brave,però, le azzurre a rimanere compatte e, grazie a Caterina Bosetti (entrata al posto di Gennari), Diouf e la straordinaria Monica De Gennari in difesa, a portare il set ai vantaggio chiudendo 26-24. Nel terzo set le azzurre dominano con le due Bosetti, il Belgio non riesce a tenere il passo, cedendo 25-14. Ora la nazionale femminile ha le final six di Omaha in tasca. Potrebbe arrivare già stasera l'aritmetica qualificazione nel match contro la Russia (battuta ieri dal Brasile 3-0).

Fonti[modifica]