Sudafrica ed Egitto sono i primi paesi africani con decessi per A/H1N1

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

lunedì 3 agosto 2009
Dopo l'Egitto, il Sudafrica è il secondo paese del continente africano a registrare un decesso legato al contagio dell'influenza A/H1N1, più nota come "Influenza suina". La vittima è uno studente di 22 anni, il cui decesso risalirebbe al 28 luglio scorso.

Con centocinquanta casi, il Sudafrica è lo stato più colpito della fascia sub-Sahariana, anche se l'incidenza sulla popolazione ha valori estremamente ridotti, a paragone con le nazioni europee e americane. Il primo caso, secondo i dati forniti dallo European Centre for Disease Prevention and Control, è stato registrato il 18 giugno.

Il Ministero della Sanità sudafricano, in un comunicato, ha informato che il ragazzo deceduto è morto due giorni dopo il ricovero in una struttura ospedaliera della Provincia del Capo Occidentale, ma che presentava i sintomi già da una settimana. Oltre ad esprimere rammarico per la «sfortunata» morte, il ministro si è detto «incoraggiato dal fatto che i casi registrati in Sudafrica siano per lo più miti, e speriamo che la situazione rimanga su questi livelli, nonostante lo sfortunato decesso» registrato.

Fonti[modifica]