Francia: attentati a Tolosa e Montauban, uccise sette persone

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

mercoledi 21 marzo 2012
A Tolosa e Montauban, in Francia, si sono verificati tre attacchi contro soldati francesi e a civili franco-israeliani.

In totale sono state uccise 7 persone e altre gravemente ferite. L'autore delle stragi è stato identificato nel ventitreenne Mohammed Merah, francese musulmano che aveva legami con il gruppo militante islamico al-Qaeda. Lo stesso Merah, dopo 30 ore di assedio da parte della polizia francese, è stato colpito alla testa da un cecchino e ucciso, dopo che un primo tentativo di cattura era fallito.

Cronologia dei fatti[modifica]

  • Il primo attacco si è verificato l'11 marzo, quando un paracadutista francese, il sergente Imad Ibn-Ziaten, connazionale dell'attentatore, è stato ucciso appena fuori una palestra di Tolosa.
  • Il secondo attacco del 15 marzo è stato contro tre militari francesi in uniforme: a Montauban, all'interno di un centro commerciale, due di essi sono stati uccisi, mentre un terzo è rimasto gravemente ferito.
  • Il terzo e ultimo attacco del 19 marzo è stato l'attentato alla scuola ebraica di Ozar Hatorah, dove sono state uccise quattro persone (tra cui tre bambini). Il killer è poi fuggito su un motorino.

A causa delle identità etniche delle vittime, di origine ebraica o araba, la polizia aveva inizialmente sospettato il coinvolgimento del movimento neo-nazista, prima di identificare Merah come presunto responsabile delle azioni criminali.

Fonti[modifica]