Coverciano: bambino di 7 anni colpisce la maestra con una testata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 29 ottobre 2018

Scuola elementare (film di Alberto Lattuada, 1954)

A Coverciano (Firenze), una classe intera, e gli stessi insegnanti, sono alla mercè di un bambino sfrenato di soli sette anni; il culmine si è raggiunto giovedì scorso, quando l'alunno ha terrorizzato i compagni, gli insegnanti e il personale della scuola: all'improvviso si è alzato dal proprio banco e si è scagliato contro la maestra seduta in cattedra, dandole una violenta testata. Hanno dovuto chiamare un’ambulanza del 118 per trasportarla al pronto soccorso, da dove è stata dimessa con una prognosi di sei giorni.

Non era, comunque, una novità per gli alunni di questa seconda elementare il comportamento violento del loro compagno: soltanto un giorno prima, in mensa, aveva tirato un coltello prima di potere essere bloccato dai docenti.

Nonostante la situazione nel tempo sia degenerata e il caso fosse noto ormai da mesi non è stato preso alcun provvedimento per la tutela degli altri bambini e del corpo docente. Al momento non sarebbero state certificate le difficoltà dello studente, e, per tale motivo, non è stato previsto finora alcun tipo di sostegno agli insegnanti in classe, costretti a gestire gli improvvisi scatti di rabbia e di violenza di questo alunno come meglio possono, senza alcun supporto.

Il clima della scuola fiorentina è diventato davvero pesante per tutti: da quel giorno il bambino non è più andato a scuola e c’è pure il problema di trovare un supplente che sostituisca la maestra, in quanto, visto quanto è successo nella classe, gli aspiranti alla supplenza si guardano bene dall'accettare l'incarico, preoccupati per il fatto che si troverebbero nei guai se qualche altro alunno dovesse farsi male.

L'aggressività del piccolo alunno si riflette negativamente sul resto della classe, poiché è difficile fare lezioni in una situazione così difficile; l'insegnante ferita, nel frattempo, sta valutando eventuali iniziative legali da intraprendere.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]