È deceduto Gabriel García Márquez, aveva 87 anni

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 18 aprile 2014

Gabriel García Márquez nel 2009

Gabriel García Márquez, scrittore, giornalista e Premio Nobel per la letteratura colombiano, è deceduto nella giornata del 17 aprile 2014 a Città del Messico a causa dell'aggravarsi di una polmonite. Secondo alcune indiscrezioni, lo scrittore era affetto da tumori incurabili al polmone e al fegato.

Ospedalizzazione precedente[modifica]

Lo scrittore, già affetto da demenza senile e da Alzheimer da un paio d'anni, precedentemente ha dovuto subire un ricovero alla clinica Salvador Zubirán della Città del Messico dall'inizio del mese fino all'otto di aprile per un'infezione polmonare e alle vie urinarie e per colpa di una disidratazione. Sottoposto alla cura con antibiotici rispondeva bene ai trattamenti, come confermato nei giorni scorsi sia dalle autorità sanitarie messicane che dai suoi familiari, come il figlio Gonzalo Garcia Bacha e la moglie Barranquilla Mercedes Barcha.

Diversi giorni dopo il ricovero, i suoi familiari comunicarono che la salute di Márquez era stabile, nonostante la fragile situazione in cui si trovava.

Reazioni[modifica]

Reazioni al ricovero[modifica]

L'episodio del ricovero presso la clinica ha attirato subito l'attenzione dei media mondiali e lo scrittore ricevette gli auguri di pronta guarigione dal presidente del Messico Enrique Peña Nieto e dal presidente della Colombia Juan Manuel Santos.

Reazioni al decesso[modifica]

Non da meno fu la reazione della stampa mondiale al decesso del premio Nobel e diversi sono i capi di Stato che hanno pubblicato i loro omaggi sui propri profili Twitter come il presidente dell'Ecuador Rafael Correa, presidente del Perù Ollanta Humala, l'ex presidente del Cile Sebastián Piñera e l'ex presidente della Colombia Álvaro Uribe Vélez. L'hanno ricordato, inoltre, la cantante Shakira e Jaime Abello, responsabile della Fondazione Gabriel Garcia Marquez per il Nuovo Giornalismo Iberoamericano di Cartagena e braccio destro dello scrittore colombiano.


Fonti[modifica]

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Gabriel García Márquez.