150° anniversario del plebiscito di annessione di Veneto, Friuli e Mantova al Regno d'Italia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 21 ottobre 2016

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Plebiscito del Veneto del 1866.

Avviso di convocazione del plebiscito a Treviso

Il 21 e 22 ottobre 2016 ricorre il 150° anniversario del plebiscito per l'annessione delle province venete e di Mantova al Regno d'Italia.

Al termine della terza guerra di indipendenza del 1866, contraddistinta dalla sconfitta italiana nella battaglia di Custoza e nella battaglia di Lissa, oltre che dai successi militari di Garibaldi in Trentino (battaglia di Bezzecca) e di Cialdini (che da Ferrara giunse fin oltre Palmanova), l'Impero austriaco consegnò all'Italia la Corona Ferrea e le ultime terre residue del Regno Lombardo-Veneto, ovvero la provincia di Mantova e la Venezia (che all'epoca includeva il Veneto e il Friuli occidentale). Per convalidare tale cessione, il Trattato di Vienna stabilì di organizzare un plebiscito a suffragio universale maschile delle popolazioni interessate.

Nei giorni 21 e 22 ottobre 1866 oltre l'85% degli aventi diritto al voto partecipò al plebiscito (ma anche molte donne vollero dare il proprio contributo): lo scrutinio finale delle schede decretò la vittoria del "sì" all'annessione con il 99,9% di voti favorevoli. L'ingresso trionfale di Vittorio Emanuele II nella città di Venezia il successivo 7 novembre concluse questa importante pagina del Risorgimento.

Nel giorno dell'anniversario il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ricordando i Martiri di Belfiore, Daniele Manin, Ippolito Nievo, Niccolò Tommaseo, ha scritto una lettera per ringraziare a nome dell'Italia le popolazioni del Veneto, del Friuli e di Mantova per il loro patriottismo, industriosità, vocazione internazionale e civiltà, che hanno permesso la crescita straordinaria della collettività nazionale

L'anniversario viene ricordato da molte iniziative, mostre e convegni sul territorio:

Fonti[modifica]