A Torino il Centro Italiano per l'Intelligenza Artificiale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Roma, martedì 4 settembre 2020
Ne ha dato notizia la Presidenza del Consiglio dei ministri. Torino è stata scelta per coordinare il network tra varie attività di ricerca nel campo dell'Intelligenza Artificiale che costituirà uno dei tasselli principali della strategia definita dal Ministero per lo sviluppo economico (MISE). Si tratta di una struttura di ricerca e trasferimento tecnologico capace di attrarre talenti dal mercato internazionale e, contemporaneamente, diventare un punto di riferimento per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale in Italia, in connessione con i principali trend tecnologici (tra cui 5G, Industria 4.0, Cybersecurity). I settori principalmente coinvolti saranno quelli della manifattura e robotica, IoT, sanità, mobilità, agrifoood ed energia, Pubblica amministrazione, cultura e digital humanities, aerospazio.

La scelta del capoluogo subalpino giunge dopo la spinta e l'ampia convergenza del territorio a seguito della candidatura lanciata ai primi di luglio dall'Arcidiocesi di Torino attraverso il direttore della pastorale universitaria e dell'apostolato digitale don Luca Peyron

Fonti[modifica]