Allarme bomba: chiuso l'aeroporto di Glasgow

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

12 aprile 2006

Un velivolo della Ryanair

Nel pomeriggio di oggi, presso l'aeroporto di Prestwick, a Glasgow, è scattato l'allarme sicurezza, provocando la chiusura dello scalo scozzese. Fonti della polizia dello Strathclyde hanno parlato di un intervento per un "incidente in corso"; voci non ancora confermate ipotizzano l'accendersi di un allarme bomba a bordo del volo Ryanair Parigi-Dublino, dirottato - proprio a causa dell'allarme - sull'aeroporto di Glasgow.

Ogni anno, presso l'aeroporto di Glasgow, transitano oltre 8mila passeggeri.

Aggiornamento[modifica]

La polizia, dopo aver esaminato l'aeroplano, ha confermato che non è stato rinvenuto alcun pacco bomba a bordo e che lallarme è stato causato da uno scherzo.

Sul volo Ryanair da Parigi Bouvais a Dublino, con a bordo 167 passeggieri, un assistente di volo ha notato un messaggio all'interno di una rivista che avvisava della presnza di una bomba a bordo.

Immediatamente è scattato l'allarme e sono entrate in funzione le procedure di emergenza. Il veivolo, che già si trovava sopra il suolo britannico al momento dell'allarme, è stato fatto atterrare all'aeroporto di Prestwick alle ore 14.20 locali (BST, corrispondenti alle 13.20 UTC, corrispondenti alle 15.20 CEST), vicino a Glasgow, scortato da dei Tornado del Ministero della Difesa.

Una volta atterrato è stato esaminato l'interno dell'aereo e sono stati interrogati i passegeri, senza ritrovare alcuna bomba.

Durante le operazioni l'aeroporto non è stato completamente chiuso, ma alcune operazioni di check-in sono continuate quasi regolarmente. Tuttavia alcuni aerei sono stati dirottati verso altri aeroporti.

Per 16 minuti è stato interdetto il sorvolo in un'area di 25 milia di raggio intorno all'aeroporto.

La compagnia aerea Ryanair si è scusata per ogni incoveniente subito dai passeggieri, ed ha affermato di aver agito per tutelare l'incolumità dei passegieri e del veivolo.

Fonti[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]