Andy Murray & Serena Williams Re e Regina di Wimbledon

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 10 luglio 2016

Serena Williams
Andy Murray

Nella giornata di ieri Serena Williams ha messo in bacheca il settimo titolo a Wimbledon, battendo in finale la tedesca Angelique Kerber con il punteggio di 7-5 6-3. L'americana che arrivava alla finale da favorita ha perso un solo set contro la connazionale Christina McHale al secondo turno del torneo londinese. Serena Williams torna così a vincere dopo un anno di digiuno, un titolo del Grande Slam; in Australia sempre la teutonica Kerber ha impedito alla Williams di raggiungere il ventiduesimo titolo slam, mentre sulla terra rossa parigina fu la spagnola Garbine Muguruza ad imporsi in finale contro la più piccola delle sorelle Williams. Serena scrive così un'altra pagina di storia del tennis eguagliando Steffi Graf come numero di titoli del Grande Slam vinti: ben 22. Intanto Serena insieme alla sorella maggiore Venus conquistano anche il titolo in doppio battendo con il punteggio di 6-3 6-4 la coppia formata da Timea Babos e Yaroslava Shvedova.

Quest'oggi sul campo centrale di Wimbledon Andy Murray vince il suo terzo titolo dello Slam, il secondo a Wimbledon. Anche lui da favorito, vince in tre set (6-4 7-6 7-6) contro il canadese Milos Raonic. Sicuramente il favorito lo scozzese, dopo l'eliminazione prematura di Novak Đoković e dopo la sconfitta in semifinale di Roger Federer per mano di Raonic. Murray molto commosso per questa vittoria forse proprio perché sentiva la pressione di dover vincere visto che era dato come favorito e anche perché giocava la finale in casa sua sotto gli occhi dei suoi connazionali. Stranamente Ivan Lendl, coach di Murray, solitamente impassibile e quasi di ghiaccio, a fine match si lascia scappare qualche lacrima di commozione.