Apertura anno giudiziario 2006

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

28 gennaio 2006

Cerimonie d'apertura del nuovo anno giudiziario[modifica]

Si è aperto oggi l'anno giudiziario 2006 attraverso le cerimonie d'apertura svoltesi in diverse città d'Italia.

Roma[modifica]

Da Roma, il presidente della Corte di Appello Lo Turco, afferma: «È auspicabile che si faccia un passo indietro e si affrontino con serenità i problemi della giustizia in una prospettiva meno politica e più tecnica» ed aggiunge «occorre prestare massima attenzione alla difesa dei grandi valori, come indipendenza della magistratura e inviolabilità del diritto di difesa».

Milano[modifica]

A Milano, Grechi, presidente della Corte di Appello, parla della "ex Cirelli", segnalando la diminuzione dei detenuti imputati, ma anche l'aumento dei detenuti definitivi. Su questo aumento si innesterà la ex Cirelli, i cui effetti faranno aumentare la popolazione carceraria, senza che nulla sia stato fatto per fronteggiare il già grande sovraffollamento delle carceri italiane.

Torino[modifica]

Francesco Novità, presidente della Corte di Appello del Piemonte, inaugura l'anno giudiziario esprimendo «amarezza per gli intenti spesso dichiaratamente punitivi e normalizzatori nei confronti della magistratura alla quale si può rimproverare solo di aver svolto il proprio lavoro».

Palermo[modifica]

L'anno giudiziario a Palermo è stato inaugurato da Rotolo, presidente della Corte di Appello. Rotolo ha parlato di mafia, indicando «Un notevole potere di individuazione degli amministratori locali» in grado di svolgere «un ruolo incisivo nelle compagini consiliari, sempre più al centro di flussi finanziari destinati alla realizzazione di opere pubbliche»

Proteste dei magistrati[modifica]

Durante la giornata dell'inaugurazione si è svolta la protesta dell'Associazione Nazionale dei Magistrati per le condizioni di degrado in cui è lasciata la giustizia in Italia. Diverse le forme di protesta da città a città.
A Torino e Messina l'aula era semideserta, a Milano si è svolto un volantinaggio, vuota l'aula a Roma, mentre a Palermo i magistrati si sono riuniti nell'atrio.

Fonti[modifica]

  • Televideo, 28 gennaio 2006