Assegnati i Premi Nobel 2011 per la fisica

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 4 ottobre 2011
Oggi a Stoccolma è stato annunciato il Premio Nobel per la fisica. Quest'anno il premio è stato assegnato agli americani Saul Perlmutter e Adam Riess e all'australo-statunitense Brian P. Schmidt

« per la scoperta dell'espansione accelerante dell'universo tramite l'osservazione delle supernove più distanti »

La teoria classica dell'evoluzione dell'universo affermava che, dopo un periodo di espansione accelerata, la velocità di espansione dell'universo stesso sarebbe diminuita a causa dell'azione della gravità. Tra il 1998 e il 1999, però, uscirono separatamente su due articoli le ricerche dei gruppi di Perlmutter, che aveva fondato il suo gruppo nel 1988, e di Schmidt e Riess, fondato nel 1994, grazie ai quali, osservando le supernove di classe Ia, si ebbero le prime osservazioni sperimentali sull'espansione accelerata dell'universo. In parole povere l'universo non solo non stava rallentando, ma le galassie si allontanavano una dall'altra sempre più velocemente.

Questa scoperta, una volta confermata, cambiò letteralmente il mondo della cosmologia, introducendo il concetto di energia oscura come possibile spiegazione all'accelerazione nell'espansione dello spaziotempo.

Articoli scientifici[modifica]

  • Riess, A., et al. (1998) Observational Evidence from Supernovae for an Accelerating Universe and a Cosmological Constant, Astronomical Journal, 116, 1009-1038. DOI: 10.1086/300499
  • Perlmutter, S., et al. (1999) Measurment of Ω and Λ from 42 High-Redshift Supernovae, Astrophysical Journal, 517, 565-586. DOI: 10.1086/307221
  • Perlmutter, S. and Schmidt, B.P. (2003) Measuring Cosmology with Supernovae, Lecture Notes in Physics. arXiv:astro-ph/0303428

Fonti[modifica]