Attacco informatico al sito del Governo italiano

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 6 febbraio 2011

L'attacco che era stato annunciato dal network pro WikiLeaks Anonymous al sito del Governo italiano[1] è stato compiuto oggi verso le ore 15.

La Polizia delle comunicazioni ha fatto sapere che gli hacker[2] hanno cercato di bloccare l'accesso al sito, operando un attacco del tipo Denial of service (DoS), con l'invio contemporaneo di una grande quantità di richieste per sovraccaricare il server del Governo.

La Polizia, grazie al monitoraggio del CNAIPIC, il Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche, è riuscita ridurre l'entità dell'attacco dei cracker informatici[2], che ha avuto come conseguenza un aumento delle richieste al sito, e quindi una certa lentezza nel caricare la pagina, e in alcuni casi l'impossibilità nell'aprirla. Non c'è stato rischio di furto di dati, né problemi legati alla sicurezza informatica.

Fonti[modifica]

Note[modifica]

  1. www.governo.it, sito del Governo italiano.
  2. 2,0 2,1 Usualmente si adopera il termine hacker per indicare quelli che, più propriamente, sono denominati cracker.