Attualità/Anno 2005 - Gennaio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

30 gennaio 2005, domenica[modifica]

29 gennaio 2005, sabato[modifica]

28 gennaio 2005, venerdì[modifica]

24 gennaio 2005, lunedì[modifica]

21 gennaio 2005[modifica]

  • Un soldato del contingente italiano in Iraq è rimasto ucciso durante un'azione di copertura mentre si trovava su un elicottero AB412 in perlustrazione per proteggere una pattuglia motorizzata sotto attacco. Il militare - il maresciallo dell'Aviazione Simone Cola, di 32 anni, originario di Villa Adriana (Tivoli, RM) - era impiegato nella zona di Nassiria come mitragliere. Si tratta della ventesima vittima italiana nella guerra in Iraq. (approfondimento lanazione.it)

20 gennaio 2005, giovedì[modifica]

14 gennaio 2005, venerdì[modifica]

  • È morto a Roma all'età di sessantaquattro anni il cantante di rhythm and blues Rocky Roberts. Con il gruppo degli Airdales ebbe un periodo di grande notorietà alla fine degli anni '60, in particolare con il brano Stasera mi butto.
  • La sonda Huygens, sganciata dalla navicella madre Cassini, e dopo aver aperto i paracadute per scendere sulla luna di Saturno, Titano, ha detto "ci sono". Il segnale che doveva comunicare che a bordo tutto funzionava è stato rilevato sulla Terra dal radiotelescopio di Green Bank e da altri radiotelescopi. Partita sette anni fa, Cassini ha portato a destinazione la sonda che dovrà appoggiarsi al suolo di Titano e trasmettere immagini, analisi dell'aria e temperature di una luna che secondo gli esperti assomiglia alla Terra di 4 miliardi di anni fa, coperta da laghi di metano, con temperature di -120 gradi centigradi e avvolta da nebbie e nuvole. Huygens in questo momento sta registrando anche i rumori dell'atmosfera: si potrebbero sentire ad esempio vento e temporali. Alla missione partecipano Nasa, Esa (ente spaziale europeo) e Asi (l'agenzia spaziale italiana) fonte [1]

13 gennaio 2005, giovedì[modifica]

Storia - Nuove importanti scoperte archeologiche nell'area delle Terme di Traiano, sul Colle Oppio, a Roma. Nel medesimo luogo, nel 1998 era stato rinvenuto, sul fondo di una galleria sotterranea, un affresco risalente al I secolo raffigurante una veduta di città e divenuto poi famoso con il nome La città dipinta. A essere restituito agli studiosi è stato ora un ampio tratto di mosaico parietale che si ritiene appartenga all'età neroniana. (Fonte: Internet / Media televisivi)

Preistoria - Due fossili recentemente ritrovati in Cina potrebbero essere la testimonianza diretta che alcuni dei primi mammiferi fossero carnivori. Dell'importante scoperta ha dato conto la rivista scientifica "Nature". I fossili in parola appartengono a due specie: quella già conosciuta come Repenomamus robustus e quella appositamente definita Repenomamus giganticus. Risalgono a 130 milioni di anni e si ritiene si nutrissero di giovani esemplari di dinosauro. (Fonte: ilgiorno.quotidiano.net)

11 gennaio 2005, martedì[modifica]

10 gennaio 2005, lunedì[modifica]

  • Tel Aviv - Il candidato di al-Fatah Abu Mazen ha riportato stasera una netta vittoria. Il giornale israeliano Yediot Ahronot sostiene che Abu Mazen abbia avuto il 65 per cento dei voti e che il suo rivale Mustafa Barghuti ne abbia ricevuti il 20 per cento. Non ci sono però ancora conferme da parte palestinese. (fonte [2])

9 gennaio 2005, domenica[modifica]

  • Palestina: Urne aperte in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza per eleggere il successore di Yasser Arafat alla presidenza dell'Autorità nazionale palestinese. Ma le elezioni non stanno procedendo bene a Gerusalemme Est. Lo ha affermato l'ex presidente statunitense Jimmy Carter che sta monitorando l'affluenza nella città. Secondo la rete televisiva BBC, soldati israeliani starebbero impedendo a molti palestinesi, 500 secondo un osservatore indipendente, di recarsi alle urne pur avendo i documenti in regola e la registrazione del comitato centrale elettorale palestinese. fonte [3], Adnkronos.
  • Alla voce Maremoto dell'Oceano Indiano sono riportati gli sviluppi e gli aggiornamenti sul cataclisma che ha sconvolto il 26 dicembre 2004 una vastissima parte del sud-est asiatico. La pagina viene costantemente aggiornata e rimanda a tabelle esplicative e link utili per chi fosse intenzionato ad effettuare donazioni a favore delle popolazioni colpite dal sisma dal micidiale tsunami.

7 gennaio 2005, venerdì[modifica]

  • Italia: Uno scontro ferroviario si è verificato vicino alla stazione Bolognina di Crevalcore (Bologna). Un treno merci ed uno passeggeri sono venuti a collisione sulla linea Bologna-Verona, forse per un semaforo rosso non rispettato. Il numero delle vittime è di 17 persone tra le quali 5 dipendenti di Trenitalia.

Fonti: audionews.it / news.yahoo.com / unita.it)

Italia: il capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi ha presenziato oggi alla "Festa del Tricolore", la bandiera nazionale italiana che fu innalzata per la prima volta 208 anni fa; fu infatti adottata dai cento deputati della Repubblica Cispadana riuniti a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797(Approfondimento: ANSA)

6 gennaio 2005, giovedì[modifica]

  • Italia: Sono 338 - secondo le ultime comunicazioni del ministero per gli Affari Esteri - gli italiani ancora dispersi in seguito al maremoto dell'Oceano Indiano del 26 dicembre scorso. Di essi, trecentoundici si trovavano in Thailandia (inclusi sette minori) e ventiquattro nello Sri Lanka. Venti sono le vittime italiane finora identificate ufficialmente. Gli italiani presenti nelle zone colpite dallo tsunami erano complessivamente fra 10 mila e 12 mila. Il governo italiano è pronto a stanziare una forte somma - si parla di 70 milioni di euro - a favore dei paesi colpiti dal maremoto. Per supervisionare le operazioni di aiuto dall'Italia è stato formato un Comitato di garanti composto da Emma Bonino, Giulio Andreotti, Giuliano Amato e Giorgio Napolitano e presieduto dall'ex ragioniere dello Stato Andrea Monorchio. (Fonte ANSA)

5 gennaio 2005, mercoledì[modifica]

4 gennaio 2005, martedì[modifica]

USA - La sonda spaziale della NASA Spirit ha compiuto un anno di permanenza sul pianeta Marte. Si posò infatti sul pianeta rosso il 4 gennaio 2004 seguita il 25 dello stesso mese dalla sonda gemella Opportunity, collocata in un punto diametralmente opposto del pianeta. Gli scienziati ed i tecnici addetti al Jet Propulsion Laboratory di Pasadena (California) hanno colto l'occasione dell'anniversario per comunicare una nuova scoperta compiuta dalla sonda, che confermerebbe la passata presenza su Marte di vaste distese di acqua. (Approfondimento: RaiNews24)

3 gennaio 2005, lunedì[modifica]

  • Italia: Sono circa 144 mila - secondo i dati forniti dalle diverse autorità governativi dei paesi coinvolti dal maremoto dell'Oceano Indiano - le vittime accertate. Mercoledì 5 gennaio 2004 alle ore 12 in Italia così come in gran parte dei paesi europei verranno osservati tre minuti di silenzio e le bandiere italiana ed europea verranno poste a mezz'asta in segno di lutto.
  • È sceso intanto a 436 il numero degli italiani ancora considerati come dispersi: 401 sono stati segnalati in Thailandia e 35 nello Sri Lanka. Il numero delle vittime italiane - fra turisti e persone residenti - è fermo a diciotto.
  • A margine della vicenda è da segnalare che il governo indonesiano ha avviato una inchiesta - in base a denunce non ancora provate - su un presunto traffico di minori che potrebbero essere stati rapiti dopo essere scampati alla furia dell'onda anomala oppure sottratti dagli ospedali nei quali erano ricoverati.

AGI / ANSA / rainews24.rai.it)