Austria: ragazza si libera dopo 8 anni di prigionia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì  24 agosto 2006

Nella giorata di ieri, Natascha Kampusch è riuscita a fuggire dal luogo in cui era segregata da marzo 1998 quando Wolfgang Priklopil, un tecnico elettronico oggi 44enne, la aveva rapita mentre, a Vienna, si recava a scuola. La notizia è stata diffusa oggi durante una conferenza stampa.

Secondo quanto rivelato dalle autorità inquirenti austriache, la ragazza sarebbe stata tenuta segregata nel garage della casa di Priklopil a Gaensendorf, un quartiere periferico di Vienna. Il locale era stato reso abitabile con l'aggiunta di un bagno dotato di tutti i sanitari necessari. A quanto riferisce il generale Nikolaus Koch, responsabile della polizia nazionale austriaca, pare che la ragazza sia riuscita a fuggire in un momento di disattenzione del suo rapitore. Rapitore che, si presume, le abbia impartito alcuni insegnamenti: infatti Natascha è in grado di leggere e scrivere correttamente. Wolfgang Priklopil si è ucciso ieri sera attorno alle 21, dopo aver constatato la sparizione della ragazza, gettandosi sotto ad un treno a Vienna.

La famiglia ha già riconosciuto Natasha, si attende ora l'esito dell'esame del dna per sciogliere ogni eventuale dubbio circa l'identità della ragazza.

Fonti[modifica]