Bambino di 7 anni riceve bolletta di 20,36 euro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 23 marzo 2007

Antonio, un bambino di sette anni di Sant'Antonio Abate (Napoli), ha ricevuto dal Commissario straordinario della Regione Calabria per la gestione del Consorzio di bonifica Sibari-Crati, una bolletta del valore di 20,36 euro.

La bolletta, considerata dallo stesso Antonio un errore burocratico, è suddivisa in quattro rate. L'importo della prima è di 9,26 euro che il minorenne, che ha il primato di essere il primo nato del 2000 all'ospedale di Scafati, dovrebbe pagare entro 60 giorni dalla notifica. Le successive tre rate sono a cadenza semestrale da 3,70 euro cadauna.

Il consorzio è da anni soggetto ad una gestione commissariale con l'obiettivo del risanamento economico ed è già stato al centro di polemiche per richieste di pagamento di presunti lavori di miglioramento mai effettuati.

Fonti[modifica]

Risorse[modifica]