Bari: preside picchiato da genitori

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 3 marzo 2007

Bari dot.png

Il preside della scuola media "Pietro Lombardi" di Bari, Ugo Castorina, è stato picchiato dai genitori degli alunni. La causa era l'invito rivolto agli allievi a lasciare i propri cellulari fuori dalle aule durante le ore di lezione ma anche i voti nelle pagelle considerati troppo bassi. Castorina era stato insultato nei giorni precedenti. «Tu devi venire fuori, io ti devo uccidere»: queste erano le parole dei genitori rivolte al preside. Potrà tornare alla sua regolare attività fra 10 giorni.

«In due si sono introdotti nella scuola - ha raccontato il dirigente scolastico all'uscita dalla locale stazione dei carabinieri - mentre entravano i ragazzini. Io normalmente mi metto in fondo al corridoio della scuola in modo da avere la visione generale della situazione. Ho chiesto a queste due persone che cosa volessero, perché per loro non era il momento di entrare, ma loro pretendevano che li ascoltassi immediatamente. Gli ho detto: guardate, non si può e non si deve in questo momento, abbiate pazienza, attendetemi nella hall di ingresso e poi ne parliamo. Invece loro hanno reagito prima verbalmente e poi anche con i fatti, con qualche tentativo di calci e pugni. C'è stata una piccola colluttazione e poi sono intervenuti in aiuto alcuni insegnanti ed il personale della scuola».

«Non li conoscevo - ha proseguito Castorina - sono persone che non si sono mai fatte vedere nella scuola. Non so cosa volessero dirmi. Sono scappati quando hanno capito che stavano arrivando i carabinieri ma l'ultima cosa che ha detto uno di loro è stata: "Io ti devo uccidere"».

Fonte[modifica]