Berlusconi si dimetterà non appena sarà approvata la legge di stabilità

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 9 novembre 2011

Dopo il voto di ieri sul rendiconto dello Stato del 2010, approvato senza maggioranza assoluta, Silvio Berlusconi, dopo aver ammesso la gravità del voto, è salito al colle assieme a Gianni Letta e ha dichiarato che rimetterà il mandato al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, non appena sarà approvata la legge di stabilità. A seguire, il presidente Napolitano darà il via alle consultazioni di rito. È quanto risulta da una nota del Quirinale.

Fonti[modifica]