Bologna: anziana strangolata dal figlio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 9 novembre 2018

Panorama di Bologna

Dramma familiare quello di mercoledì 7 novembre in via Emilio Salgari a Bologna: Bruno Grandi, geometra di 58 anni, dopo aver strangolato l'anziana madre ha chiamato i soccorsi, sostenendo che fosse morta soffocata da un boccone andato di traverso nonostante il suo tentativo di rianimarla. Tale versione è stata tuttavia smentita dalle contusioni presenti sul collo dell'anziana donna.

La vittima, Elvira Marchioni, 85 anni, viveva da mesi sul divano ed era assistita dal figlio, che svolgeva solo alcuni lavoretti occasionali. Da quanto detto agli inquirenti la situazione era degenerata in particolare negli ultimi tre mesi: "Non lavoravo più, ero sempre con lei, ho fatto il possibile. E lei mi ha sempre dato del fallito".

Il giorno successivo l'uomo ha confessato: "Sì, sono stato io, non ce la facevo più, l’ho accudita per anni da solo ma con me è sempre stata dura" e, rivolto ai poliziotti, ha aggiunto: "Siete gli unici che mi hanno ascoltato, avrei dovuto farmi aiutare prima". Il movente, secondo il reo confesso, sarebbe stato il rifiuto della donna di consumare la cena che gli aveva preparato, culminato nell'ennesimo litigio tra madre e figlio.

Grandi è stato quindi accusato di omicidio doloso ed è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Bologna "Dozza".

Fonti[modifica]