Cade il Chelsea: a Napoli è 3-1

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 23 febbraio 2012

Il 21 febbraio 2012 si è giocata la sesta partita degli ottavi di finale di Champions League tra la squadra italiana del Napoli e gli inglesi del Chelsea. Al termine dell'incontro i partenopei hanno vinto per 3-1 sui londinesi.

Edinson Cavani protagonista della partita con una rete e due assist

L'incontro si disputa allo Stadio San Paolo di Napoli.

I padroni di casa si schierano con un 3-4-2-1: De Sanctis tra i pali, Paolo Cannavaro, Aronica e Campagnaro difensori centrali con Gargano e Inler interni e Zúñiga e Maggio esterni a centrocampo. In attacco Hamšík e Lavezzi sono alle spalle dell'unica punta Cavani.

Il Chelsea di Villas-Boas schiera un 4-3-3 difensivo con Čech in porta, Bosingua, David Luiz, Cahill e Ivanović in difesa, Ramires, Meireles e Mata centrocampisti centrali, Malouda e Sturridge dietro a Drogba.

Mazzarri è squalificato, al suo posto siede in panchina il vice Nicolò Frustalupi. Villas-Boas tiene in panchina diverse pedine importanti quali il difensore Cole, i centrocampisti Essien, Lampard e Mikel e gli attaccanti Kalou e Torres. Il capitano dei Blues Terry vede l'incontro dalla tribuna. Nelle ore precedenti alla sfida era stata trovata una formazione ipotetica del Chelsea su un foglietto nell'hotel dove risiedeva il club inglese: la formazione prevedeva Terry e Cole in difesa, Essien e Lampard a centrocampo e senza Drogba.

Nei primi dieci minuti di gioco Čech sventa due occasioni da gol. Al 12' Bosingua s'infortuna ed è costretto a uscire al posto di Ashley Cole.

Al 27' Gargano pressato sbaglia il passaggio intercettato da Cole che serve Drogba: l'ivoriano stoppa di petto e serve velocemente Sturridge che mette la sfera in mezzo all'area di rigore; Cannavaro svirgola e Mata realizza lo 0-1 battendo De Sanctis in uscita. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo al 36' David Luiz anticipa De Sanctis in uscita ma spedisce fuori di testa.

Al 38' Inler trova e serve Cavani che stoppa e controlla la sfera, salta Ivanović e serve Lavezzi: il Pocho supera con una finta Meireles e batte Čech con un tiro a giro di destro, portando il Napoli sull'1-1. Due minuti più tardi Ramires riceve un assist da Sturridge, salta Cannavaro e dai 15 metri tira alto. Nei minuti di recupero del primo tempo Inler crossa un pallone dentro l'area del Chelsea, Ivanović perde Cavani e Cahill prova a recuperare ma l'uruguaiano realizza la rete del vantaggio partenopeo. Sul finire del primo tempo Ivanović percorre 50 metri di corsa palla al piede superando un paio di avversari ma è stoppato da tre difensori dopo essere entrato in area.

Nel secondo tempo entrambe le formazioni si sbilanciano per cercare un'altra rete. L'azione più pericolosa la costruisce il Napoli: in una ripartenza nella metà campo londinese Cavani fornisce un assist a Lavezzi che si accentra portandosi il pallone sul sinistro e scarica a lato del palo più lontano il tiro incrociato. Dopo diverse parate da entrambe le parti, il Napoli chiude il match al 65': Gargano lancia Cavani in profondità ma David Luiz sbaglia il disimpegno favorendo Cavani che recupera la sfera e la cede nuovamente a Lavezzi, che questa volta non può sbagliare con Čech fuori dai pali. È il 3-1 per i padroni di casa. A 20 minuti dal termine Villas-Boas opta per una doppia sostituzione: fuori Malouda e Meireles al posto di Lampard ed Essien. In seguito esce tra gli applausi Lavezzi al posto di Dzemaili.

Il Napoli va vicino al 4-1 al 81': Cavani riceve la sfera da Lampard e la serve velocemente a Hamšík che, dopo aver superato con una finta Ivanović e aver messo a sedere Čech, rimette il pallone nell'area piccola, Maggio tira in porta ma Cole salva sulla linea.

Le ultime occasioni sono sui piedi di Drogba (alto, assist di Sturridge) e di Lampard (tiro parato, sponda di Drogba).

Dopo 3 minuti di recupero il Napoli sconfigge il Chelsea per 3-1 in casa.

Fonti[modifica]