Calcio, Europei under-21 2009: gli azzurrini battono Israele 3-1 e si qualificano

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 16 ottobre 2008

Italy home kit 2008.svg

Finisce sul 3-1 la partita di ritorno valida per i playoff di qualificazione al Campionato europeo di calcio under-21 2009 fra Italia ed Israele, disputatasi a Tel-Aviv.

Dopo lo 0-0 dell'andata, Pierluigi Casiraghi si ritrova una squadra priva di diversi uomini importanti per via delle squalifiche loro inferte: gli uomini in questione sono Dessena, Marchisio e Giovinco. Senza di loro, il commissario tecnico si schiera con il collaudato 4-3-3: in porta, Consigli; difesa con da destra a sinistra Motta, Marzorati, Criscito, De Ceglie; centocampo con il solito Cigarini affiancato dai sostituti di Dessena e Marchisio, Morosini e Candreva; attacco inedito con Balotelli al centro e Davide Lanzafame ed Ignazio Abate sugli esterni.
Nello schieramento israeliano, da segnalare soltanto Toto Tamuz al centro dell'attacco, preferito all'ultimo a Nitzan.

Gli azzurrini partono immediatamente all'assalto dell'area avversaria, rendendosi pericolosi con Cigarini (1'), Lanzafame (4') e con le sortite offensive di Abate, assoluto padrone della fascia destra. Il goal è nell'aria ed infatti al 7' arriva: botta violentissima di Balotelli su calcio di punizione che lascia impietrito il portiere israeliano Levita: un goal che consegna le chiavi dell'incontro all'Italia, che con il suo calcio spettacolo accontenta tutti, soprattutto Casiraghi, il quale applaude continuamente i suoi ragazzi. Al 24' dopo un dominio pressoché totale Balotelli raddoppia con un potentissimo rasoterra su cui Levita è incolpevole. Piccola nota dolente: Balotelli si fa ammonire per un fallo inutile.

Nella ripresa, la musica non cambia: infatti, dopo soli due minuti, Lanzafame colpisce il palo di testa su un cross di Balotelli. Al 10', Israele accorcia le distanze con Tamuz, che prima si fa respingere un rigore ineccepibile da Consigli, poi lo ribatte in rete. Nonostante questo, gli israeliani non riescono a reagire, ma anzi subiscono il terzo goal, con Abate, migliore in campo assieme a Balotelli, che parte in velocità da centrocampo e si ferma solo per tirare e battere Levita.

Si chiude così una partita dominata dagli azzurini, che di conseguenza staccano il biglietto per la Svezia, paese ospitante degli europei di categoria del 2009.

Dettagli[modifica]

Tel-Aviv
15 ottobre 2008
Israele Flag of Israel.svg 1 – 3
referto
Flag of Italy.svg Italia  (15.500 spett.)
Arbitro Flag of France.svg Chapron


Fonti[modifica]