Vai al contenuto

Calcio, Mondiali 2010: Germania e Ghana passano agli ottavi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Segui lo Speciale Mondiali 2010 su Wikinotizie!

mercoledì 23 giugno 2010

Mesut Özil, trequartista tedesco di origine turca, classe '88, ha risolto il match contro il Ghana

Con le sfide di questa sera, finiscono anche gli incontri nel girone D del Campionato mondiale di calcio in Sudafrica.

GHANA-GERMANIA - Al Soccer City di Johannesburg si affrontano le prime due della classifica. Per il Ghana c'è un minimo vantaggio, dato dal punto in più rispetto ai tedeschi. Per la Germania, dopo la sconfitta contro la Serbia nella gara precedente, è un inaspettato dentro o fuori.

La partita è appassionante, entrambe le squadre giocano a viso aperto e creano interessanti occasioni da gol; da una parte, il tedesco Mesut Özil si trova a tu per tu con l'estremo difensore Richard Kingson, ma gli calcia il pallone addosso; dall'altra Asamoah Gyan si incunea in slalom nella retroguardia avversaria costringendo Manuel Neuer all'intervento in uscita.

All'inizio della ripresa è nuovamente Gyan a tentare di portare in vantaggio il Ghana, ma Neuer è bravo a negarglielo. La gara si sblocca al 60' minuto, per merito di una spettacolare conclusione dalla distanza di Özil, precisa ed angolata, sulla quale Kingson non può fare nulla. Germania in vantaggio e prima in classifica. Gli africani non si abbattono per la rete subita e pochi minuti dopo, al 66', sfiorano il pari con André Ayew, la cui conclusione a botta sicura viene deviata in corner da un perfetto intervento di Philipp Lahm. In conclusione di gara, un tentativo di Cacau viene controllato da Kingson. Finisce 1-0 per la Germania, che conclude il girone al primo posto. Pur sconfitto, ha motivo di sorridere anche il Ghana, che riesce comunque a salvare la seconda posizione, risultando per ora l'unica delle sei rappresentative africane ad aver superato il primo turno (quattro già eliminate).

AUSTRALIA-SERBIA - Dopo la vittoria arrivata a sorpresa contro la Germania nel turno precedente, al Mbombela Stadium di Nelspruit la Serbia incontra l'Australia con fiducia. Ai serbi basterebbe cogliere la seconda vittoria consecutiva per centrare la qualificazione al turno successivo, indipendentemente da quanto succede a Johannesburg. La prima frazione di gioco scorre senza particolari emozioni, con la Serbia che si fa preferire, con un maggiore possesso palla e con due occasioni, non sfruttate da Miloš Krasić e Branislav Ivanović per merito dei buoni interventi del portiere aussie Mark Schwarzer. Verso la fine del primo tempo, ci prova anche l'Australia, con Joshua Kennedy che conclude due volte verso la porta serba, senza successo.

Nella ripresa l'Australia ha più verve e sembra più tonica, mentre la Serbia cala. Inevitabilmente, al 69' i "canguri" trovano la rete del vantaggio con Tim Cahill. Quattro minuti dopo raddoppiano con un tiro dalla lunga distanza di Brett Holman. I tifosi australiani, complice il vantaggio tedesco contro il Ghana, iniziano a sognare una qualificazione insperata, ma la differenza reti è penalizzata dal brutto rovescio dell'esordio (0-4 contro la Germania). I serbi, con un piede sull'aereo di ritorno, accorciano le distanze con Marko Pantelić all'84', cancellando ogni residua speranza australiana ed aumentando invece la propria, poiché basterebbe raggiungere il 2-2 per agganciare il Ghana e superarlo per la differenza reti. Il gol del pareggio però non arriva ed entrambe le contendenti di Nelspruit abbandonano il Sudafrica.

Conclusi anche i gironi C e D, si delineano altri due ottavi di finale. Pieno di fascino e di storia quello che andrà in scena il 27 giugno al Free State Stadium di Bloemfontein, dove si affronteranno Germania e Inghilterra. Il giorno prima al Royal Bafokeng Stadium di Rustenburg scenderanno in campo Stati Uniti e Ghana.

Tabellino di Ghana-Germania[modifica]

23 giugno 2010
ore 20:30
Ghana 0 – 1 Germania Soccer City, Johannesburg
Spettatori: 83 391
Arbitro: Carlos Eugênio Simon (Brasile)
Referto Özil Segnato dopo 60 minuti 60'


Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Ghana
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Germania

Ghana:
PT 22 Richard Kingson
TD 4 John Paintsil
DC 5 John Mensah (c)
DC 8 Jonathan Mensah
TS 2 Hans Sarpei
CC 6 Anthony Annan
CC 23 Kevin-Prince Boateng
CC 21 Kwadwo Asamoah
AD 12 Prince Tagoe 64'
AS 13 André Ayew 40' 90+2'
A 3 Asamoah Gyan 82'
Sostituzioni:
CC 11 Sulley Muntari 64'
A 14 Matthew Amoah 82'
A 18 Dominic Adiyiah 90+2'
Commissario tecnico:
Milovan Rajevac

Germania:
PT 1 Manuel Neuer
TD 20 Jérôme Boateng 73'
DC 3 Arne Friedrich
DC 17 Per Mertesacker
TS 16 Philipp Lahm (c)
CC 6 Sami Khedira
CC 7 Bastian Schweinsteiger 81'
CD 13 Thomas Müller 43' 67'
CO 8 Mesut Özil
CS 10 Lukas Podolski
A 19 Cacau
Sostituzioni:
CD 15 Piotr Trochowski 67'
TS 2 Marcell Jansen 73'
CC 18 Toni Kroos 81'
Commissario tecnico:
Joachim Löw

Man of the Match:
Mesut Özil (Germania)

Guardalinee:
Altemir Hausmann (Brasile)
Roberto Braatz (Brasile)
Quarto uomo:
Martín Vázquez (Uruguay)
Quinto uomo:
Carlos Pastorino (Uruguay)

Tabellino di Australia-Serbia[modifica]

23 giugno 2010
ore 20:30
Australia 2 – 1 Serbia Mbombela Stadium, Nelspruit
Spettatori: 37 836
Arbitro: Jorge Larrionda (Uruguay)
Cahill Segnato dopo 69 minuti 69'
Holman Segnato dopo 73 minuti 73'
Referto Pantelić Segnato dopo 84 minuti 84'


Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Australia
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Serbia

Australia:
PT 1 Mark Schwarzer
TD 8 Luke Wilkshire 50' 82'
DC 6 Michael Beauchamp 49'
DC 2 Lucas Neill (c)
TS 21 David Carney
CC 5 Jason Culina
CC 16 Carl Valeri 66'
CD 7 Brett Emerton 67'
CS 23 Mark Bresciano 66'
SA 4 Tim Cahill
A 9 Joshua Kennedy
Sostituzioni:
TS 11 Scott Chipperfield 66'
CS 14 Brett Holman 66'
CD 19 Richard Garcia 82'
Commissario tecnico:
Pim Verbeek

Serbia:
PT 1 Vladimir Stojković
TD 6 Branislav Ivanović
DC 5 Nemanja Vidić
DC 13 Aleksandar Luković 18'
TS 16 Ivan Obradović
CC 22 Zdravko Kuzmanović 77'
CC 10 Dejan Stanković (c)
CC 18 Miloš Ninković 59'
AD 17 Miloš Krasić 62'
AS 14 Milan Jovanović
A 15 Nikola Žigić 67'
Sostituzioni:
CD 7 Zoran Tošić 62'
A 9 Marko Pantelić 67'
A 8 Danko Lazović 77'
Commissario tecnico:
Radomir Antić

Man of the Match:
Tim Cahill (Australia)

Guardalinee:
Pablo Fandino (Uruguay)
Mauricio Espinosa (Uruguay)
Quarto uomo:
Carlos Batres (Guatemala)
Quinto uomo:
Leonel Leal (Costa Rica)

Classifica[modifica]

Alla luce dei risultati della serata, questa è la classifica finale del Girone D:

Squadra P.ti G V P S GF GS DR
Germania 6 3 2 0 1 5 1 4
Ghana 4 3 1 1 1 2 2 0
Australia 4 3 1 1 1 3 6 -3
Serbia 3 3 1 0 2 2 3 -1

Fonti[modifica]