Calcio: Juve fermata a Verona dall'Hellas, Mourinho sale in vetta alla Premier

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 11 febbraio 2014

Tra venerdì 7 febbraio e lunedì 10 febbraio si è giocato in quasi tutti i campi d'Europa. Il punto sui maggiori campionati.

Fiorentina e Udinese anticipano il ventitreesimo turno della Serie A vincendo contro Atalanta (2-0) e Chievo (3-0), mentre il Milan cade a Napoli per 3-1 (doppietta di Híguain). Nella giornata di domenica colgono successi Bologna (2-1 a Torino, doppietta di Cristaldo), Sampdoria (1-0 sul Cagliari) e Genoa (1-0 a Livorno). Parma-Catania e il derby di Roma si concludono entrambi sullo 0-0 mentre l'Hellas Verona è costretto alla rimonta contro la Juventus che, da 0-2 (doppio Tévez), rimedia un punto al 94', pareggiando l'incontro 2-2. Nel posticipo l'Inter vince di misura sul Sassuolo per 1-0. La Juventus sale a 60 punti davanti a Roma (51), Napoli (47), Fiorentina (44), Hellas Verona, Inter (36), Parma, Torino (33), Lazio (32), Genoa (30) e Milan (29). In zona retrocessione rimangono Livorno, Sassuolo (17) e Catania (16). Rossi resta il capocannoniere del torneo con 14 gol. Il gol della giornata va alla punizione mancina di Iličić per il parziale 1-0 in Fiorentina-Atalanta.

Il Liverpool apre la venticinquesima giornata di Premier League mandando un messaggio forte a Chelsea, City e soprattutto all'Arsenal, asfaltato per 5-1 (doppiette di Škrtel e di Sterling). Vincono anche West Ham (2-0 a Birmingham contro l'Aston Villa con la doppietta di Nolan, che segna due reti in 2'), Chelsea (3-0 al Newcastle, tris di Hazard), Crystal Palace (3-1 sul WBA), Hull City (2-0 a Sunderland) e Swansea City (3-0 nel derby gallese contro il Cardiff City). Pareggiano i Citizens a Norwich (0-0) e lo Stoke City a Southampton (2-2). Nella giornata domenicale, gli Spurs portano a casa i tre punti contro l'Everton (1-0), mentre il Manchester United si fa bloccare dal Fulham sul 2-2 al 94'. Il Chelsea di Mourinho sale in vetta alla graduatoria (56), davanti ad Arsenal (55), Manchester City (54), Liverpool (50), Tottenham (47), Everton (45) e United (41). (55), ritornato in vetta, il City e il Chelsea (53). Dietro la distanza comincia a farsi considerevole con Liverpool (47), Everton (45), Tottenham (44) e Manchester United (40), rimasti a lottare per il quarto posto. West Bromwich (23), Cardiff City (21) e Fulham (20) sono in zona retrocessione. Suárez mantiene saldamente il comando della classifica marcatori con 24 centri.

Nella Championship il Leicester City capolista è costretto alla rimonta contro il Watford (2-2). Nella giornata di sabato vincono Leeds (2-1 a Yeovil), Huddersfield Town (1-0 sul Wigan), Birmingham City (2-0 a Londra contro il Charlton, doppio Macheda), Burnley (3-1 sul Millwall, doppietta di Ings), Sheffield Wednesday (2-0 a Reading) e Brighton & Hove (1-0 sul Doncaster Rovers). Il posticipo di domenica è vinto dal Derby County per 1-0 contro il QPR. Il Leicester City vanta 67 punti, davanti a Burnley, QPR (56), Derby County (55), Nottingham Forest (51) e Reading (47). McCormack sale a 22 gol, rimanendo in testa alla classifica marcatori.

In Germania il Bayer Leverkusen vince a Moenchengladbach (1-0), alimentando la crisi del Borussia che non vince da prima della pausa invernale. Sabato vincono Wolfsburg (3-0 al Magonza), Borussia Dortmund (5-1 a Brema, doppiette di Mkhitaryan e di Lewandowski), Bayern Monaco (2-0 a Norimberga), Eintracht (3-0 sul Braunschweig) ed Hertha Berlino (3-0 ad Amburgo, doppio Ramos). Domenica vittorie agevoli per l'Augusta a Stoccarda (4-1, doppio Hahn) e Schalke 04 (2-0 contro l'Hannover). Il Bayern Monaco guida la Bundesliga con 53 punti, davanti a Bayer Leverkusen (43), Borussia Dortmund (39) e Schalke (37), che ha staccato Moenchengladbach e Wolfsburg (33). Dietro lottano per l'Europa anche Hertha Berlino, Augusta (31) e Magonza (30). Con 14 reti Ramos è il miglior marcatore del torneo.

In Spagna l'Espanyol apre il ventitreesimo turno della Liga vincendo contro il Granada (1-0). Nella giornata di sabato conquistano i tre punti Valencia (5-0, doppio Paco Alcácer), Rayo Vallecano (4-1, doppietta di Iago Falqué), Real Madrid (4-2 al Villarreal, doppietta di Benzema) e Almeria, che trova il colpaccio di giornata battendo l'Atlético Madrid per 2-0 con due marcature firmate da Verza. Ne approfitta il Barcellona, vincente per 4-1 sul Siviglia (Messi ritorna alla doppietta). Vince anche l'Osasuna, per 2-0 sul Getafe. Real Madrid, Barcellona e Atlético Madrid si ritrovano in testa al torneo con 57 punti. Staccate, Athletic Bilbao (44), Villarreal (40) e Real Sociedad (37) occupano i restanti posti validi per l'Europa. Ronaldo rimane in testa alla classifica marcatori con 22 gol.

In Ligue 1 vincono Marsiglia (3-0, doppio Payet), Ajaccio (3-1), Reims (2-1 a Guingamp), Lilla (2-0), Valenciennes (2-1) e Lione (2-1 a Nantes). La giornata di domenica vede il rinvio di Bordeaux-Lorient e il pari nel match clou tra Monaco e PSG: Pastore porta avanti gli ospiti ma nella ripresa un'autorete di Thiago Silva rimette l'incontro in parità (1-1). La società di Parigi (55) resta al comando del campionato con 5 lunghezze di vantaggio sul Monaco e 11 sul Lilla. Dietro inseguono Saint-Étienne (41), Marsiglia (39) e Lione (37). Ibrahimović rimane in testa alla classifica marcatori della Ligue 1 con 18 gol.

In Belgio il rullo compressore Standard Liegi vola a 60 punti grazie al successo ottenuto contro lo Zulte Waregem, mentre l'Anderlecht è fermato a Kortrijk (2-2). Ne approfitta il Bruges, vincente per 3-1 a Genk. Tra gli altri risultati, il Lierse ottiene un 5-1 a Mons, con una tripletta di Diagne e una doppietta di Watt. Dietro allo Standard Liegi, si piazza il Bruges (50), che scavalca l'Anderlecht (48). In quarta posizione lo Zulte-Waregem (45) è tallonato dal Lokeren (43). Batshuayi con 17 marcature è in vetta alla classifica cannonieri.

In Turchia il Galatasaray vince agevolmente contro l'Eskisehirspor (3-0), che aveva precedentemente sconfitto il Fenerbahçe primo in classifica. La società giallo blu di Istanbul cade a Sivasspor (2-0). Vincono anche Elazigspor (3-0), Akhisar (4-2 a Trebisonda, doppio Adin per i padroni di casa, tripletta di Akyüz per gli ospiti) e Kardemir (2-1 ad Ankara contro il Genclerbirligi). Nonostante la sconfitta, il Fenerbahçe mantiene la vetta della classifica (44), davanti al Galatasaray in forte rimonta (40). Dietro Besiktas (36), Sivasspor (35) e Kardemir (33) lottano per un posto in Europa.

Giornata di pausa in Scozia, Celtic e Rangers riposano nei campionati di prima e di terza divisione.

Fonti[modifica]

  • «Riepilogo»Soccerway.com, 9 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 9 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 10 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 9 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 10 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 9 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 10 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 9 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 9 febbraio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 9 febbraio 2014