Calcio: dissequestrate le azioni del Palermo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 19 aprile 2012

Maurizio Zamparini

Il 13 maggio 2011 fu sequestrato conservativamente il 70% delle azioni del Palermo in seguito a un procedimento giudiziario della procura di Benevento subito dal presidente rosanero Maurizio Zamparini.

Il 12 dicembre successivo Zamparini fu assolto dal processo che lo vedeva «imputato di abuso d'ufficio, lottizzazione abusiva e violazioni urbanistiche ed edilizie per la realizzazione del centro commerciale I Sanniti a Benevento» perché il fatto non sussisteva.

Oggi invece la Corte suprema di cassazione ha accolto il ricorso di Zamparini e così le azioni del Palermo sono state dissequestrate.

Fonti[modifica]