Calcio: il Cesena retrocede dopo la sconfitta con la Juventus

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Cesena, mercoledì 25 aprile 2012

Borriello, autore del gol decisivo

Allo Stadio Dino Manuzzi di Cesena, nell'incontro valido per il recupero della 33ª giornata del campionato di Serie A, si sono affrontati ieri sera i padroni di casa del Cesena e la Juventus. Con questa sconfitta si ha il primo verdetto della Serie A, infatti retrocede il Cesena; mentre la Juventus, a quattro partite dalla fine, continua a fare punti per il titolo.

Beretta schiera il 5-3-2, il tecnico juventino utilizza il 3-5-2. Cesena in maglia bianca con inserti neri, ovvero la prima maglia; mentre la Juventus con la seconda maglia, colore rosa.

Subito occasione per la Juve: al 10' Colucci tocca con la mano il pallone, chiaramente fuori dall'area, ma Guida assegna il rigore per la squadra bianconera. Dal dischetto parte Pirlo, che, come domenica scorsa contro la Roma, sbaglia il rigore centrando il palo destro. La squadra torinese crea tante occasioni, colpendo un palo al 38' con De Ceglie su punizione di Pirlo, ma la squadra cesenate da filo da torcere alla Juventus, che complice la sfortuna, complice il rigor sbagliato da Pirlo, si trova in pareggio alla fine del primo tempo.

Nessuna sostituzione all'inizio del secondo tempo, che presenta lo stesso copione del primo, con una Juve sfortunata: al 53' Matri tira di destro, Antonioli para, non riuscendo a trattenere la palla, che gli passa sotto il corpo e si invia verso la porta, ma il portiere 42enne riesce a salvare. Trenta minuti dopo, tra vari cambi e azioni per parte, la Juventus trova il gol: Del Piero crossa, Vučinić sponda per il neo-entrato Borriello che insacca la rete col sinistro. Gol pesante per entrambe le parti, infatti il Cesena retrocede — sarebbe retrocesso anche con un pareggio — e la Juventus continua il suo sogno scudetto.

Conte scherza sul rigore sbagliato da Pirlo, dicendo: «Ho sempre detto ai ragazzi di non fermarsi a calciare i rigori a fine allenamento visto che non ce li davano». Borriello, invece, dedica il gol ad Andrea Fortunato, anniversario della sua morte.

Il tabellino[modifica]

CESENA - JUVENTUS 0-1

  • Cesena (5-3-2): Antonioli; Ceccarelli, Moras, Rodríguez, Benalouane, Đoković (32' st Rossi); Parolo, Santana, Colucci (32' pt Guana); Del Nero (20' st Arrigoni), Renella. A disp.: Ravaglia, Comotto, Malonga, Lolli. All.: Beretta
  • Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cáceres (24' st Giaccherini), Vidal, Pirlo, Marchisio, De Ceglie (29' st Del Piero); Matri (29' st Borriello), Vučinić. A disp.: Storari, Padoin, Lichtsteiner, Marrone. All.: Conte

Arbitro: Guida

Marcatori: 35' st Borriello (J)

Ammoniti: Colucci (C), Vidal (J), Rennella (C), Pirlo (J), Matri (J), Guana (C), Moras (C)

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]