Calcio: la Juve è fermata dalla Lazio. Il Bayern resta imbattuto in Bundesliga

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 27 gennaio 2014

Tra venerdì 24 e domenica 26 gennaio si è giocato in quasi tutti i campi d'Europa. Il punto sui maggiori campionati.

Napoli e Juventus anticipano il ventesimo turno della Serie A pareggiando contro ChievoVerona (1-1) e Lazio (1-1). Nella partita di mezzogiorno la Roma supera l'Hellas a Verona per 1-3: protagonista assoluto dell'incontro Gervinho autore dell'assist del primo gol segnato da Ljajić e marcatore del parziale 2-1, gol della giornata; questa rete è siglata dopo aver scartato tre giocatori, essersi accentrato in area e aver tirato all'angolino battendo Rafael. Nel pomeriggio vincono anche Torino (1-0 sull'Atalanta), Milan (2-1 a Cagliari), Livorno (3-1 al Sassuolo) e Parma (1-0 sull'Udinese). Nel posticipo la Fiorentina rimedia un pari contro il Genoa (3-3, tripletta di Aquilani; la sfida vede l'esordio in Serie A di Anderson). La Juventus resta saldamente in vetta al torneo con 56 punti davanti a Roma (50), Napoli (44), Fiorentina (41), Inter (33), Torino, Parma e Hellas Verona (32). Milan e Lazio (28) sono a -5 dalla zona UEFA. In zona retrocessione, nonostante la sconfitta il Sassuolo (17) rimane davanti al Livorno (16), che stacca il Catania (14). Rossi resta il capocannoniere del torneo con 14 gol.

Nella Championship sono in programma sei incontri ma se ne giocano solo quattro a causa dei rinvii di Sheffield Wednesday-QPR e Charlton Athletic-Bournemouth. L'Ipswich Town batte il Reading (2-0) e il Leicester City capolista regola il Middlesbrough (2-0). Si concludono in parità Blackpool-Doncaster Rovers (1-1) e Blackburn-Derby County (1-1)

Il Leicester City sale a 60 punti, davanti a QPR (52) e Burnley (51). Staccati Derby County (48), Nottingham Forest (44), Reading (41) Brighton & Hove (39) e Blackburn (38). McCormack (Leeds United) è il capocannoniere con 17 reti.

In Germania il Bayern Monaco continua a vincere (2-0 a Moenchengladbach). Vincono anche Magonza (2-1 a Stoccarda), Hannover (3-1 a Wolfsburg, doppio Bittencourt), Norimberga (4-0 all'Hoffenheim, doppio Drmic), Friburgo (3-2 al Bayer) ed Eintracht Francoforte (1-0 sull'Hertha Berlino). Continua la crisi del Borussia Dortmund, che rimedia un 2-2 contro l'Augusta. Domenica vince anche lo Schalke 04 (3-0 ad Amburgo). Il Bayern Monaco vola a 47 punti davanti a Bayer Leverkusen (37), Borussia Dortmund e Moenchengladbach (33). Lo Schalke (31) sale al quinto posto, superando Wolfsburg (30) ed Hertha Berlino (28). Con 11 reti Lewandowski e Ramos sono i capocannonieri della Bundesliga.

La ventunesima giornata della Liga conta 34 reti segnate e il turno si concluderà stasera con il posticipo Real Sociedad-Elche. Venerdì il Celta Vigo apre il turno vincendo 4-2 sul Real Betis, con le doppietta di Orellana (C) e Ruben Castro (R). Sabato vincono Real Madrid (2-0), Real Valladolid (1-0) e Valencia (2-3) mentre domenica colgono successi anche l'Athletic Bilbao (1-5, doppio Aduriz), Atlético Madrid (4-2 nel derby contro il Rayo Vallecano, doppietta di Arda Turan) e Barcellona (3-0). Le capoliste Barcellona e Atlético Madrid (54) rimangono in vetta davanti al Real Madrid (53). Dietro l'Athletic Bilbao (42) stacca il Villarreal (37). Ronaldo rimane in testa alla classifica marcatori con 22 gol.

In Ligue 1 Lilla (1-1) e PSG (1-1) si fermano sul pari. Sabato Tolosa-Bastia è rinviata mentre l'unica società ad ottenere i tre punti è il Montpellier di Niang (3-1). Domenica vincono anche Lione (3-0, doppietta di Lacazzette), Bordeaux (2-0) e Monaco (2-0). Il PSG (51) rimane in testa al torneo, davanti al Monaco (48) e al Lilla (41). Dietro inseguono Saint-Étienne (37), Lione, Bordeaux (34), Nantes, Reims (33) e Marsiglia (32). Ibrahimović rimane in testa alla classifica marcatori della Ligue 1 con 17 centri.

In Belgio non si ferma lo Standard Liegi capolista (0-1 a Lokeren) mentre l'unica altra vincitrice tra le prime sette in classifica è l'Anderlecht che infligge un 2-0 al Bruges, staccandolo in classifica. Lo Standard Liegi sale a 54 lunghezze, proprio davanti ad Anderlecht (47), Bruges e Zulte-Waregem (44).

Due reti di Commons consentono al Celtic di guadagnare i tre punti a casa dell'Hibernian (0-4), rafforzando il primato in testa al torneo. I Celts vantano 60 punti, quindici in più rispetto alla seconda, l'Aberdeen, nonostante quest'ultima squadra abbia giocato due incontri in più rispetto alla società di Glasgow, ancora imbattuta. In terza divisione scozzese brividi per i Rangers che per restare imbattuti sono costretti a realizzare una rimonta da 1-2 a 3-2 negli ultimi venti minuti contro l'Arbroath, penultimo in graduatoria, grazie alle reti di Templeton e del rigore di McCulloch.

Fonti[modifica]

  • «Riepilogo»Soccerway.com, 26 gennaio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 26 gennaio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 26 gennaio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 26 gennaio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 26 gennaio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 26 gennaio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 26 gennaio 2014
  • «Riepilogo»Soccerway.com, 26 gennaio 2014