Calcio Coppa Italia 2006 3° turno eliminatorio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

21 agosto 2005

3° turno eliminatorio di Coppa Italia di calcio[modifica]

Terzo turno di qualificazione della Coppa Italia di calcio.

Passano il turno: Parma, Cittadella, Cagliari, Atalanta, Brescia, Bari, Napoli, Fiorentina.

Risultati[modifica]

  • Empoli-Parma 1-1 (7-8 rig.)
  • Cittadella-Livorno 3-2
  • Manfredonia-Cagliari 2-2 (4-6 rig.)
  • Siena-Atalanta 0-4
  • Brescia-Chievo 1-0 (**)
  • Pavia-Bari 0-0 (5-6 rig.)
  • Napoli-Piacenza 1-0
  • Cesena-Fiorentina 0-1(*)

(*) Anticipo 20 agosto 2005.
(**) Posticipo 22 agosto 2005.

Le partite[modifica]

Brescia-Chievo[modifica]

Reti: Mareco (B) 37' s.t.

Cesena-Fiorentina[modifica]

Reti: Pazzini (F) 94'

Cittadella-Livorno[modifica]

Reti: Giacobbo (C) 15', C. Lucarelli (L) 26', Colussi (C) 40', Riberto (C) 47', Pfertzel (91') Il Cittadella, squadra di Serie C1, elimina il Livorno ed avanza in Coppa Italia.
La squadra veneta va in vantaggio con Giacobbi su punizione. Pareggia Cristiano Lucarelli che segna su respinta della difesa. Il Cittadella si riporta in vantaggio con Colussim triplica con Riberto e potrebbe anche portarsi sul 4-1 se Amelia non parasse un calcio di rigore di Amore. Pfertzel accorcia le distanze a tempo ormai scaduto.

Empoli-Parma[modifica]

Reti: Gasparetto (E) 22', Simplicio (P) 44' rig.
L'Empoli passa in vantaggio con Gasparetto che, lanciato a rete, supera il portiere. Pareggia il Parma con Simplicio, trasformando un calcio di rigore assegnato per fallo di mano in area di Coda.
Il risultato non cambia nemmeno nei supplementari, occorrono quindi i calci di rigore, che terminano 6-7 in favore del Parma.

La serie dei rigori: Rosina (P) rete, Buzzegoli (E) rete, Pisanu (P) parato, Vannucchi (E) rete, Grella (P) rete, Almiron (E) rete, Cardone (P) rete, Lodi (E) parato, Contini (P) rete, Tavano (E) rete, Simplicio (P) rete, Lucchini (E) rete, Bresciano (P) rete, Vanigli (E) rete, Delvecchio (P) rete, Coda (E) parato.

Manfredonia-Cagliari[modifica]

Reti: Esposito (C) 12' p.t., Suazo (C) 18' p.t., Piccioni (M) 43' p.t., Manca (M) 45' s.t.
Il Cagliari supera il turno ai rigori.
Il Manfredonia parte col piede giusto e costringe il portiere del Cagliari, Campagnaolo, a due interventi in anticipo su Manca. Al primo affondo del Cagliari è subito gol: Conti lancia per Abeijon in area, assist per Esposito, che batte Sassanelli (12'). Immediato il raddoppio in contropiede, con Cossu che lancia a Suazo, che supera il portiere in uscita (18'). La partita sembra chiusa, ma Budel (37') lascia la sua squadra in dieci, facendosi espellere per una manata a Piccioni e sul finire del primo tempo, il Manfredonia accorcia le distanze con Piccioni. Campagnolo salva su Vadacca al 12' e su Trinchera al 29'. Il Cagliari manca l'1-3 con Suazo, proprio poco prima del pareggio del Manfredonia.
Il risultato non cambia nei supplementari e si va ai rigori. Tutti in rete queli del Cagliari, mentre sbagliano Trinchera e Barusso per il Manfredonia.

Napoli-Piacenza[modifica]

Reti: Sosa (N) 45' s.t.
È Roberto Sosa ad assicurare al Napoli il passaggio del turno.
Al 14' Gianello si supera per deviare in angolo un tiro di Degano e è costretto a ripetersi anche al 26' sempre su Degano.L'occasione migliore tocca a Calaiò al 39'. quando su cross di Grava, colpisce di testa ma indirizza sul portiere. Al 18' l'arbitro concede un rigore a favore del Napoli, anche se il fallo in aerea sembra veniale. Fontana tira di sinistro, ma Fontana respinge. Al 23' la mossa vincente dell'allenatore Reja, che toglie Bogliacino per Sosa. Sosa, allo scadere, segna il gol della vittoria di testa.

Pavia-Bari[modifica]

La partita rimane a reti inviolate fino alla fine. La parità permane anche dopo i supplementari. Il passaggio del turno viene deciso dopo 9 serie di calci di rigori e il passaggio del turno spetta al Bari. Decisivo l'errore di Rossi, nonostante il Pavia abbia avuto per due volte a disposizione il rigore della partita e l'abbia fallito.

Serie dei rigori: L. Anaclerio (B) traversa, Tarantino (P) rete, Micolucci (B) rete, Gorini (P) palo, M. Anaclerio (B) rete, Lunardini (P) rete, Goretti (B) parato, Bandiriali (P) rete, Mora (B) rete, Sciaccaluga (P) parato, Sibiliano (B) rete, Meggiorini (P) rete, Maah (B) rete, Preite (P) rete, Bellavista (B) fuori, Fasano (P) rete, Gazzi (B) rete, Rossi (P) fuori

Siena-Atalanta[modifica]

Reti: Soncin (A) 18' p.t., Soncin (A) 41' p.t., Lazzari (A) 13' s.t., Defendi (A) 27' s.t.
All'11 Chiesa devia un calcio di punizione di testa, ma troppo centralmente. Dal gol sbagliato arriva il gol segnato i Soncin che piazza il pallone ricevuto da Saudati di piatto. Soncin sfiora il raddoppio a tu per tu con Morante (36') ed è il preludio del secondo gol di Soncin che devia in rete una palla appena toccata da Loria. Al 12' il Siena reclama il calcio di rigore, per una trattenuta in area di Capelli ai danni di Nanni. Sul contropiede successivo, l'Atalanta triplica con Lazzari. Il Siena attacca cercando di riprendere la partita, ma l'Atalanta continua a colpire in contropiede. Defendi, appena entrato, si lancia a rete, supera difensori e portiere e segna: 0-4.

Prossimo turno[modifica]

  • 30 novembre, ottavi di finale (andata)
  • Inter-Parma
  • Lazio-Cittadella
  • Sampdoria-Cagliari
  • Udinese-Atalanta
  • Milan-Brescia
  • Palermo-Bari
  • Roma-Napoli
  • Juventus-Fiorentina

Calendario partite da disputare[modifica]

  • 30 novembre, ottavi di finale
  • 8 dicembre, ottavi di finale
  • 5 gennaio, ottavi di finale
  • 25 gennaio, quarti di finale (andata)
  • 1 febbraio, quarti di finale (ritorno)
  • 22 marzo, semifinali (andata)
  • 12 aprile, semifinali (ritorno)
  • 3 maggio, finale (andata)
  • 11 maggio, finale (ritorno)

Fonti[modifica]