Calcio Italia campionato nazionale Serie A 2006-2007 4° giornata ritorno

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

11 febbraio 2007

Campionato italiano di calcio Serie A 2006-2007 (4° giornata ritorno)[modifica]

Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Calcio Serie A.

Inter 60
Roma 49
Palermo 42
Empoli 32
Catania 31
Lazio 31 (2)
Milan 30 (3)
Atalanta 29
Udinese 29
Sampdoria 27
(1) 1 punti di penalizzazione
(2) 3 punti di penalizzazione

Fiorentina 25 (5)
Siena 25 (1)
Cagliari 23
Livorno 23
Torino 22
Reggina 19 (4)
Chievo Verona 18
Messina 17
Parma 15
Ascoli 12
(3) 8 punti di penalizzazione
(4) 11 punti di penalizzazione
(5) 15 punti di penalizzazione

Tabellini[modifica]

Atalanta-Lazio 0-0[modifica]

Reti:
Atalanta: Calderoni, Rivalta, Talamonti, Loria, Bellini, Ferreira Pinto (Tissone 31' s.t.), Migliaccio, Donati, Ariatti, Doni C., Zampagna (Ventola 37' s.t.). All. Colantuono.
Lazio: Peruzzi, Behrami, Siviglia, Cribari, Zauri, Firmani, Ledesma, Mutarelli, Mauri, Rocchi (Tare 47' s.t.), Pandev (Jimenez 26' s.t.). All. Rossi.
Arbitro: Morganti.

Cagliari-Siena 2-2[modifica]

Reti: Corvia (S) 30' p.t., Capone (C) 38' p.t., Suazo (C) 22' s.t., Codrea (S) 38' s.t.
Cagliari: Fortin, Pisano F. (Canini M. 38' s.t.), Bizera, Bianco, Agostini, Marchini, Conti D., Biondini (Colucci L. 32' s.t.), Langella, Capone (Peñalba 41' s.t.), Suazo. All. Colomba.
Siena: Manninger, Bertotto (Negro 33' s.t.), Portanova, Rinaudo, Molinaro, Antonini, Codrea, Vergassola, Cozza, Corvia (Brevi E. 40' s.t.), Maccarone (Frick 12' s.t.). All. Beretta.
Arbitro: Bergonzi.

Chievo Verona-Inter 0-2[modifica]

Reti: Adriano (I) 1' p.t., Crespo (I) 6' s.t.
Chievo Verona: Sicignano, Moro F., Mandelli, Mantovani, Lanna, Semioli, Italiano V., Sammarco, Brighi (Kosowski 9' s.t.), Bogdani (Cozzolino 31' s.t.), Obinna (Pellissier 17' s.t.). All. Del Neri.
Inter: Julio Cesar, Maicon, Cordoba, Materazzi, Maxwell (Dacourt 25' s.t.), Vieira, Cambiasso, Zanetti J., Stankovic (Figo 30' s.t.), Crespo (Cruz 44' s.t.), Adriano. All. Mancini.
Arbitro: Messina.

Fiorentina-Udinese 2-0[modifica]

Reti: Reginaldo (F) 16' p.t., Pazzini (F) 44' p.t.
Fiorentina: Frey, Ujfalusi, Dainelli (Kroldroup 33' p.t.), Gamberini, Pasqual, Montolivo (Pazienza 33' s.t.), Liverani, Blasi, Jorgensen, Pazzini (Di Carmine 24' s.t.), Reginaldo. All. Prandelli.
Udinese: De Sanctis, Zapata, Natali, Coda A., Pinzi, Obodo, D'Agostino G. (Siqueira 14' s.t.), De Martino (Muntari 1' s.t.), Motta (Lukovic 38' s.t.), Iaquinta, Asamoha. All. Malesani.
Arbitro: Ayroldi N..

Messina-Catania 1-1[modifica]

Reti: Zanchi (M) 35' p.t., Mascara (C) 15' s.t.
Messina: Caglioni, Zoro, Zanchi (Morello 43' s.t.), Rea, Lavecchia, Pestrin, D'Aversa (De Vezze 34' s.t.), Candela, Parisi, Masiello S. (Iliev 26' s.t.), Bakayoko. All. Cavasin.
Catania: Pantanelli, Lucenti, Stovini, Minelli, Vargas Ju., Baiocco, Edusei, Caserta, Colucci G. (Izco 34' s.t.), Spinesi, Mascara (Corona G. 39' s.t.). All. Marino.
Arbitro: Paparesta.
La partita è iniziata con un'ora di ritardo a causa di un acquazzone che ha allagato il campo di gioco.

Milan-Livorno 2-1[modifica]

Reti: Gattuso (M) 28' p.t., Lucarelli C. (L) 31' p.t., Jankulovski (M) 23' s.t.
Milan: Storari, Oddo, Bonera, Maldini, Jankulovski, Gattuso, Pirlo, Seedorf (Brocchi 30' s.t.), Kakà, Oliveira (Ronaldo 18' s.t.), Gilardino (Ambrosini 34' s.t.). All. Ancelotti.
Livorno: Amelia, Grandoni, Kuffour, Galante, Pasquale (Paulinho 38' s.t.), Filippini A., Morrone, Passoni, César (Balleri 24' s.t.), Fiore, Lucarelli C.. All. Arrigoni.
Arbitro: Rosetti.

Palermo-Empoli 0-1[modifica]

Reti: Almiron (E) 1' s.t.
Palermo: Fontana A., Zaccardo C., Barzagli, Biava, Pisano M., Guana (Tedesco Gio. 13' s.t.), Corini, Simplicio (Giacomazzi 40' s.t.), Bresciano (Brienza 13' s.t.), Di Michele, Caracciolo. All. Guidolin.
Empoli: Balli, Raggi, Lucchini (Vanigli 45' s.t.), Pratali, Tosto, Almiron, Moro D., Buscé, Vannucchi (Saudati 30' s.t.), Matteini, Pozzi (Marianini 9' s.t.). All. Cagni.
Arbitro: Girardi.

Roma-Parma 3-0[modifica]

Reti: Totti (R) 6' s.t., Perrotta (R) 21' s.t., Taddei (R) 50' s.t.
Roma: Doni, Cassetti, Panucci, Ferrari, Tonetto, De Rossi, Pizarro, Taddei, Perrotta (Rosi 45' s.t.), Mancini (Wilhelmsson 30' s.t.), Totti (Tavano 38' s.t.). All. Spalletti.
Parma: Bucci, Perna (Pisanu 25' s.t.), Couto, Contini, Ferronetti, Bolaño, Parravicini (Cigarini 7' s.t.), Castellini P., Morfeo (Muslimovic 34' s.t.), Rossi G., Budan. All. Pioli.
Arbitro: Trefoloni.

Sampdoria-Ascoli 2-0[modifica]

Reti: Maggio (S) 3' s.t., Franceschini D. (S) 30' s.t.
Sampdoria: Castellazzi, Maggio, Falcone, Accardi, Zenoni C., Quagliarella, Palombo, Volpi (Parola 29' s.t.), Franceschini D., Bonazzoli (Bazzani 25' s.t.), Flachi (Olivera 40' s.t.). All. Novellino.
Ascoli: Pagliuca, Vastola, Melara, Nastase, Minieri, Boudianski (Bonanni 7' s.t.), Fontana G., Zanetti P. (Pesce 29' s.t.), Fini, Bjelanovic, Paolucci (Soncin 10' s.t.). All. Sonetti.
Arbitro: Bertini.

Torino-Reggina 1-2[modifica]

Reti: Bianchi R. (R) 3' s.t., Comotto (T) 5' s.t., Bianchi R. (R) 13' s.t.
Torino: Abbiati, Ogbonna, Brevi O. (Gallo 33' s.t.), Franceschini I., Comotto, Barone, Ardito, Balestri, Rosina, Lazetic (Muzzi 23' s.t.), Abbruscato (Stellone 36' s.t.). All. Zaccheroni.
Reggina: Campagnolo, Lanzaro, Lucarelli A., Aronica, Mesto, Vigiani (Foggia 32' s.t.), Amerini (Gazzi 11' s.t.), Tedesco Gia., Modesto, Amoruso, Bianchi R. (Missiroli 38' s.t.). All. Mazzarri.
Arbitro: Rocchi.

Record europeo di vittorie consecutive nel campionato nazionale[modifica]

Con la vittoria di oggi, L'Inter eguaglia il record europeo di vittorie nel campionato nazionale. La squadra milanese raggiunge le 15 vittorie consecutive del Real Madrid (Spagna) e del Bayern Monaco (Germania). Il Real Madrid ottenne la serie nel campionato 1960-61, serie interrotta il 19 marzo 1961, mentre il Bayern raggiunse il record a cavallo delle stagioni 2004-05 e 2005-06, bloccandosi il 24 settembre 2005.

Esonerato l'allenatore del Parma[modifica]

Il Parma ha annunciato di aver esonerato l'allenatore Stefano Pioli. Al suo posto è stato chiamato Claudio Ranieri.