Canada: trovati fossili. "Potrebbero essere un anello di congiunzione"

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Canada, 6 aprile 2006

Un'équipe di scienziati delle Università di Harvard, Philadelphia e Chicago ha effettuato per cinque anni alcune ricerche paleontologiche sulla zona del popolo Nuvanut (nel Canada settentrionale), dove già all'inizio degli scavi si erano trovati alcuni fossili.

Oggi si sono trovati altri fossili, rinvenibili al corpo di un animale vissuto circa trecentosettanta milioni di anni fa.
Questo animale, chimato Tiktaalik (dalla lingua indigena: "grande pesce delle acque poco profonde"), ha un corpo adatto alla vita subacquea e terrena: uno scheletro interno, lungo da 1 ai 3 metri, adatto a entrambi gli ambienti e degli arti la cui conformazione è "a metà strada" tra le pinne dei pesci e gli arti superiori dei tetrapodi.
I fossili fanno pensare ai paleontologi che questi siano di un grosso rettile che fa da collegamento tra i pesci e gli anfibi.

Fossili ricreati

L'animale, vissuto a circa 600 chilometri dal Polo Nord, nell'attuale regione artica canadese, è stato considerato "l'anello di congiunzione tra i pesci e gli anfibi" e Richard Lane, della "National Science Foundation", ha definito la scoperta di questi fossili “la stele di Rosetta dell'evoluzionismo”.
La scoperta potrebbe perciò rivelarsi un elemento fondamentale per lo studio dell’evoluzione animale e umana.

Fonti[modifica]