Vai al contenuto

Canale Monterano: esplosa una palazzina di due piani, 4 i feriti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

domenica 7 gennaio 2024

Ieri mattina, intorno alle 8:30, a Canale Monterano, un comune con 4.183 abitanti situato nell'hinterland romano, è esplosa una palazzina di 2 piani a causa di una fuga di gas. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, la protezione civile e i carabinieri. Tre persone, insieme a un cane, sono state estratte dalle macerie dai vigili del fuoco e dalla protezione civile e sono state affidate alle cure del 118. Trasportati in ospedale in codice rosso, un uomo di 40 anni e un ragazzo diciottenne (che al momento dell'esplosione stava dormendo), che abitavano nello stabile colpito dall'esplosione, insieme a una signora di 80 anni residente in un edificio adiacente.

I genitori del ragazzo si trovavano al momento dell'esplosione in un bar a prendere un caffè con un amico. Appena hanno avvertito l'esplosione, i genitori sono corsi verso casa. Il padre del ragazzo, conoscendo la disposizione della casa, ha cercato di individuare da sopra le macerie il punto in cui si trovasse il figlio, chiamandolo. Il ragazzo ha risposto con una voce flebile. Il padre, con l'aiuto dello zio del ragazzo e del parroco del paese, ha cominciato a scavare a mani nude nel punto dove aveva avvertito la voce, riuscendo a far emergere dalle macerie il volto del ragazzo.

Attualmente, il diciottenne si trova al Policlinico Gemelli con una prognosi di 15 giorni e ha riportato solo traumi causati dall'onda d'urto generata dall'esplosione. Il quarantenne è invece in prognosi riservata presso il Sant'Eugenio a causa di ustioni che interessano il 20% del suo corpo. La signora di 80 anni è stata trasportata al pronto soccorso dell'Ospedale Padre Pio di Bracciano e probabilmente verrà dimessa nel corso della giornata.

Fonti[modifica]